“C’è un difensore italiano che mi ha fatto impazzire”

Correva la estagione 2008-2009 e agli ordini mister Carlo Ancelotti il Milano poteva raccontarle campioni da extra lusso. Davanti a Dida c’era infatti Maldini che poteva Cuentare sull’appoggio di talenti venuti pirlo, Kakà e Ronaldinho, domani Shevchenko, anatra, Beckham e tanti altri A vero e proprio Diavolo da sogno, uno degli ultimi, che a pensarci viene la pelle dell’oca. Quella era l’ultima fase di paolo maldini Il cugino di Ritiro, un anno che il capitano rossonero ha condiviso con i Gaucho ronaldinoche ancora oggi lo ricorda con tanta stima e ammirazione.

salva il video

Il messaggio di Galliani e Paolo Maldini: “La cosa più bella..”

Ronaldinho: “Maldini? Il più grande difensore”

Nel corso di un’intervista rilasciata da Espn Messico, la Medaglia d’Oro 2005 non è stata lanciata in nome dell’ex capitano e difensore del Milan come miglior giocatore con cui si era guadagnato l’onore di giocare nella sua carriera: “Per me Paolo Maldini è sempre qui miglior difensore mai esistito in cerchio e oggi la fortuna di Giocarci insieme. Oggi per me è un grande amico, per me è una grande gioia sia così perché è per me un vero e proprio idolo“. Non se si tratta di parole e attestati di stima nuovi del brasiliano nei confronti dell’attuale direttore tecnico rossonero, ma l’ennesimo messaggio di amicizia che conferma che Milan, oltre che suo gruppo, poteva di certo raccontare il suo gruppo di uomini pronti a tutto l’uno per l’altro.

Dinho: “Mi sarebbe piaciuto giocare con Mbappé”

Dopo aver giocato per 17 anni ad altissimi livelli, indossando la maglia del Barcellona me Milano, ronaldino Ha conseguito l’onore di elevarsi nel campo al fianco dei suoi idoli calcistici. Da Ronaldo a Romario, Dinho ha vissuto l’età d’oro del grande Brasile e di rimpianti nel mondo del pallone ne ha ben pochi. Nel corso dell’intervista rilasciata a Espn, l’ex talento di Rio de Janeiro ha però fantasticato il suo giocatore che avrebbe gradito avere nel campo quando giocava:
Mi sarebbe piaciuto tanto giocare con Mbappé, mi sarebbe piaciuto tanto giocare e quindi mi sarebbe piaciuto scendere in campo con luiUna vera e propria investitura al francese, che come Dinho è passato dalla fila del Paris Saint-Germain e ora, salvo colpi di scena ultime delle settimane, continuerà la propria carriera in Spagna come il brasiliano. Ma dall’altra sponda dei rivali del Classico.

salva la galleria

Quanto vale la rosa di serie A? È già derby in classifica

Add Comment