Guerra in Ucraina, il gesto di Roger Federer ha fallito il giro del mondo

18 marzo 2022

“Abbiamo il cuore spezzato per le persone innocenti che ne sono coinvolte”, ha detto Re Roger.

Per l’azione di solidarietà annunciata ogni volta da Andy Murray, e per le emozioni suscitate dalle lacrime – in campo – di Viktoria Azarenka, il mondo del tennis continua a registrare forti reazioni alla sentitissima questione del conflitto bellicoso tra Russia e Ucraina. Nonostante al momento non sia un protagonista in campo, come l’ex tennista ucraino Dolgopolov, ha saputo far parlare di sé per la sua posizione decisiva contro la Russia. C’è spazio però anche per iniziative benefiche: gestire assolutamente non scontati che hanno fatto in breve il giro del mondo.

Protagonista di un lodevole esempio in termini di impegno economico e morale è sicuramente Roger Federer, che attraverso il suo canale social ha annunciato la donazione di 500.000 dollari per sostenere la diretta all’istruzione dei bambini ucraini colpiti dalla Guerra. Queste le parole del campionissimo elvetico, ancora fermo ai box per disgrazia.

“Io e la mia famiglia siamo inorriditi dalle immagini che provenivano dall’Ucraina e abbiamo il cuore spezzato per le persone innocenti che ne sono covolte. Siamo per la pace. Daremo assistenza ai bambini ucraini che ne hanno bisogno: quasi sei milioni di bambini ucraini Attualmente sono una scuola, e sappiamo che è un momento critico per dare accesso all’istruzione e siamo disponibili a dare una mano per aiutare a sostenere questa situazione traumatica. Una formazione continua nei ragazzi ucraini”, se leggi il profilo di Twitter dell’ex numero uno al mondo.


©immagini false

Add Comment