Milan, come vanno i giocatori in prestito? Da Adlì a Pobega, passando per Colombo: il punto

MilanoNews.it

© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sono moti i giocatori che il Milan ha ruotato in prestito nell’ultima finestra estiva di mercato. Tra questi nomi più interessanti sicuri sono quelli di Tommaso Pobega e Yacine Adlì che, con molta probabilità, summer integrati nel gruppo squadra della prossima stagione. Questo il punto sui giocatori in prestito dal club rossonero:

Alessandro Pizzari: Dopo la prima parte della stagione vissuta in rossonero, di cui tre mesi ai box a causa di un intervento chirurgico per risolvere una tendinopatia rotulea bilaterale, Alessandro Plizzari era a Lecce: il portiere del Milan settore giovanile sta trovando continuità tra i Pali, quindi tanto che ha giocato le ultime tre partite da titolare, alzando tre gol ed effettuando una sola porta inviolata. Il classe ’00 partirà il 30 giugno 2022, quindi tornerà a Milanello per discutere con la dirigenza del proprio futuro.

Mattia Caldera: dopo i tantissimi problemi fisici avuti negli ultimi anni tra Milan e Atalanta, a Venezia Mattia Caldara sembra aver ritrovato un’optima condizione fisica: il diffensore classe ’94 ha saltato solo a causa delle partite in questa stagione, uno per squalifica e l’altra per un attacco febbrile. L’ex Atalanta, inoltre, ha segnato anche un gol e un assist. La centrale di proprietà del Milan è in prestito con diritto di riscatto, e il club veneto potrebbe riscattarlo ad una cifra intorno ai 4 milioni.

leo duarte: Dopo la pessima esperienza en rossonero, anche Leo Duarte ha trovato continuità in Turchia con la maglia di Basaksehir: in questa stagione, infatti, l’ex Milan ha realizzato ben 26 presenze, raccogliendo anche 5 cartellini gialli e un’espulsione. Il brasiliano difensore è stato ceduto nella finstra invernale della passata stagione con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Nicola Micheli: Sembrava essere iniziato bene la estagione di Michelis con il Willem II, ma a series di panchine consecutive hanno interrotto il percorso di crescita del campo centrale greco, che non vede dal 6 febbraio 2022, inla victoria del Willem II per 3-1 su Waalwijk , in cui ha giocato solo 16 minuti. Il classe 2001 è stato ceduto con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Tommaso Pobega: Dopo la stagione di transizione allo Spezia, Tommaso Pobega al Torino, sotto la gestione di Juric, se finalmente si è consacrato nel grande calcio. Il centrocampista italiano sta trovando grande spazio con la maglia granata, con numerose e ottime prestazioni: 4 gol e 2 assist in 26 presenze, di cui 19 da titolare. Maldini e Massara credettero tanto nella classe del ’99 (Queste le parole di Maldini dell’8 gennaio: “Pobega sta dimostrando di poter essere con noi, ce teniamo stretto”) è stato ceduto in prestito secco alla società piemontese, perché il leadership rossonere vuole puntare sul giocatore cresciuto nel vivaio rossonero.

Marco Brescianini: l’ex capitano della Primavera rossonera trova poco spazio a Monza. Il centrocampista classe ’00, in prestito secco del Milan, in questa stagione è sceso in campo in sole sei occasioni: cinque partite in campionato e una in Coppa Italia.

Yacine Adli: è lui il giocatore più osservato dai tifosi rossoneri. Il fantasista francese è stato acquistato dal Milan la scorsa estate è rimasto in prestito per un anno al Bordeaux, club in cui è stato messo in mostra. La tappa dei Girondins non è positiva e la posizione in classifica la malattia: ultimo palo con soli 22 punti conquistati. Adlì, in questa stagione, ha raccolto 29 presenze, segnato un gol e fornito sette assist. Un numero importante per l’ex trequartista del PSG, che nel corso della stagione ha indossato anche l’onore di indossare la fascia di capitano con il Bordeaux.

Jens Peter Hauge: L’anno successivo, con la maglia Bodo/Glimt, la dirigenza rossonera si sforza di giocare la partita di Europa League contro il Milan, che decide della propria sorte. Dopo non aver convinto a pieno, Maldini e Massara hanno concordato con l’Eintracht Francoforte per le cessioni dell’esterno norvegese, che si è trasferito in Germania prestito con obbligo di riscatto a determinate condizioni. Nel caso in cui queste condizioni dovessero avverarsi, il Milan farebbe una netta plusvalenza.

Lorenzo Colombo: un giocatore di grande talento che è entrato nella grande squadra di calcio solo per un breve periodo. Lorenzo Colombo, con la SPAL, ha messo a segno buoni numeri: 28 presenze, 6 gol e 1 assist. Di recente ha detto a Tuttosport: “Ovviamente il Milan è un pensatore e un sognatore per ciò che resta. L’attaccante classe 2002 è stato ceduto in prestito secco nel club di Ferrara.

Add Comment