Basket, recupera Serie A: Cremona è all’overtime, Napoli ko. Sassari, colpo playoff

Al PalaRadi il fanalino di coda Vanoli riaccende le speranze salvezza. Per il 19° weekend, Trieste non rischia di replicare il successo della manifestazione e incassa il terzo con la fila

Serie di pallacanestro italiana con il recupero delle serie più importanti, Cremona-Napoli e Trieste-Sassari.

Cremona-Napoli 96-93

La paura fa 90. Anzi 96, il massimo stagionale per Cremona. Però rischia grosso la Vanoli. Spepera vantaggio di 17 punti, si fa che recupererò da un Napoli in trance agonistica trascinata da un McDuffie che sfiora l’onnipotenza sul parquet. E infatti i partenopei accarezzano la victoria, ma la rmonta si ferma sul più bello. 96-93 il punteggio finale per Lombardi, che ha servito i supplementari e una Super Pecchia per vedere al meglio un Gevi privare di Elegar, con Vitali esce per sfortuna e Parks espulso nel 3° quarto. Il Vanoli sottrae l’ultimo ma aggancia la Fortitudo. Per Napoli è la 5^ sconfitta nelle ultime 6. Cremona parte forte. Primo parziale 14-0 e 19-5 dopo 5′. La squadra sembra en fiducia, Spagnolo s’inventa pure a canestro alla Tracy McGrady, il 1° quarto se chiude 25-11. Il Napoli si ricuce bene dall’arco a -6 con Parchi (27-21). Poi tegola per Sacripanti: Vitali s’infortuna e non torna più in campo. Inglese e Cournooh siglano il nuovo break 9-0 ed è il Vanoli a più vantaggio (43-26). Anche la ripresa semina in salita per Napoli. Parks perde l’organico dopo 90” e se cerca di più è quello che serve i campani per la scossa. McDuffie e Rich non si scatenano: 22 punti dovuti, il Napoli domina il 3° quarto (23-34) e parte a riaperta. Gli ultimi 10′ è battaglia vera. McDuffie e Velicka vedono il canestro come una vasca da bagno, l’ala Usa segna il triplo da ogni posizione e firma il primo sorpasso: 73-75. Cournooh segna l’86 per l’ultimo giro dell’orologia, Zelicka la sua sirena scheggia il ferro ed è straordinario. Tinkle, misteriosamente risparmiando la rotazione di Galbiati nel 2° tempo, nel secondo 4. Velicka e McDuffie, protagonisti della grande vittoria, non provano a perdonare per 8” alla fine del 96-93. Rimessa Cremona, la sentenza Gevi non commette e la partita finisce qui.

cremonese Pecchia 23, Spagnolo 19, Dime 13
Napoli McDuffie 32, Velicka 25, Rich 18

Trieste-Sassari 75-89

Riduce la sconfitta interna contro l’Umana Venezia, Trieste ospita il Banco di Sardegna Sassari nel recupero del 19° anniversario inizialmente in programma il 6 febbraio 2020. Dinamo in fiducia, riduce il successo al Gruppo BLM Arena di Trento che ha portato la formazione di Bucchi in Corsa agli spareggi. Quintetti confermati rispetto all’ultima giornata, festival delle triple in apertura con Grazulis e Mian che rispondono a Bendzius e Robinson per l’8-8 del 3′. Primo vantaggio Allianz sul 12-10 di Banks, cambiato per entrambe le squadre e finale di quarto che ha visto Sassari rimettere la testa avanti con Diop e Logan a siglare il 19-21. Ancora Logan (due triple) e ancora Diop (due appoggi a canestro) per il 23-33 dall’inizio del secondo quarto, Trieste prova a scuotersi sull’asse Konate- Banks ma è anchor Sassari a spingere sull’acceleratore chiudendo il primo tempo sull’acceleratore 36 -48 firmato dà un Bendzius ispirato. Se batte la tripla di Bendzius (21 punti, 7/9 dei tre), Sassari sigla il parziale di 14-2 che mantiene la partita dal 37-62. L’Allianz reagisce del orgoglio, il giovane Deangeli prova a regalare la scossa e con nove punti consecutivi di Davis, Trieste riduce di poco il passivo chiudendo il terzo quarto sul 52-72. Accademia negli ultimi minuti della sfida. L’Allianz, of pure voglia, rosicchia ancora qualcosa mail il Banco di Sardegna gestisce con securezza il suo long vantaggio e chiude sul 75-89.

Trieste Delia 14, Davis 12, Grazulis, Banks 10
Sassari Bendzio 26, Diop 13, Logan 12

Add Comment