Champions League, Juventus fa la storia e batte il Lione 2-1

Credere”. Prima di discendere in campo ha detto Montemurro alla sua squadra, che ha escoltato il suo allenatore e ha rimontato a leonessa fortissimo, sfruttando la superiorità numerica ed evitando il match dell’ultimo quarto di gara UEFA Champions League femminile 2-1. In avvio di gara c’è il primo botta e risposta: quando sono passati solo quaranta secondi Cascarino messo in mezzo per Macario che da posizione ravvicinata sparata alto; sul capovolgimento di fronte occasione ancora più ghiotta per le bianconere con maleche approfittare di un pasticcio firmato Bouhaddi-Renard ma si divora, a due passi dalla porta, il prezioso gol del vantaggio. Le francesi, però, spingono, e all’8′ vanno a segno proprio con il numero 13 Macarioche trasforma di testa il suo preciso assist di Bacha e acronimo l’1-0. La Juventus subisce il pressing del Lione ma si diffende bene, concedendo ulteriore spazio alle avversarie solo al 31′, con Macario che tenta il destro ma non centra lo specchio. Pochi minuti dopo è Bacha, che sulla corsia di sinistra corre tanto, da impegnare Peyraud Magnin con un tiro incrociato, ma il portiere di casa fa buona guardia e allontana. a 35′ Malardo se si libera in area e supera l’estrema difesa dello stesso Juventus, camminando alla cieca verso la porta, ma Girelli È immenso e salva la sua linea tra l’arbitro fomentare chiama il fuorigioco. La formazione di bombardiere ha in mano la gara, gestisce il pallone e non concede ripartenze a Spettro e compagne, ricavando anche nuove buone occasioni sul finale del primo tempo come quella con Malardoche trova la rete ma comer pescata ancora in esterno.

salva la galleria

La Juve ribalta i campioni del Lione: che festa allo stadio!

Lione in dieci, Girelli e Bonfantini di rmonta

a 55′ Mbock ruba palla a Cernoia serviamo Malardoche calcia forte ma non impensierisce minimamente Peyraud Magnin. Al 59′ ancora Lione con Bacha, che dimostri il sinistro con la conclusione che se spegne alto; da seguire Falegname mette in mezzo un pallone delizioso, la difesa della Juve sventa il pericolo e manda in corner. Al 62′ i francesi sono rimasti in dieci: Cernoia la sua linea di centrocampo ruba palla a Falegname e se dirige solo versi bohaddi, il comitato australiano fallisce all’ultimo momento ed è dunque costretta ad abbandonare il campo. La Vecchia Signora è galvanizzata, e il numero 7 dopo aver messo a sedere Cascarino con il suo ottimo mancino si gira sul traverso. Al 71′ la barca: Luendorf crossa, Bouhaddi esce ma non trattare la palla che finisce tra i piedi di Girelli, che gonfia la rete e fa esplodere lo stadio. Al 79′ se ti incontravi in ​​mostra entra anche il neo bonansea, che da lontano fa partere un impreciso ma potente destro. All’83 la Vecchia Signora spinge e la ribalta con Bonfantinoche dà il cambio a Girelli e la sua assistenza di Caruso Scegli un diagonale perfetto e sigla per il definitivo 2-1.

Add Comment