MotoGP: 9 giorni al giorno. Danilo Petrucci – MotoGP

Si parte con il cross, si arriva tardi alla velocità, ma dalla derivata di serie al motomondiale sono passati solo sei anni. Nel suo curriculum: grazie alle vittorie e ai 10 anni di compimento, ha ottenuto molti successi con la Ducati in MotoGP. Sta pilotando il mondiale ad aver trionfato in un garage motomondiale e in una tappa della Dakar

25 febbraio 2022

9 mangia Danilo Petrucci, classe 1990, da Terni (Italia). Coraggio, umanità, sensibilità, simpatia, sincerità sono le qualità umane di Danilo, capacità di vincere due GP in MotoGP con la Ducatiuno sull’asciutto, in Mugello, nel 2019 e uno sul bagnato, a Le Mans, nel 2020. Ha iniziato con la moto da cross, ha debuttato nella velocità nel 2006, nel 2011 ed è stato campione italiano Stock 1000 e vice campione del mondo Stock 1000 con Ducati.

Risultati che mi hanno permesso di entrare nel mondiale 2012 con una CRT non competitiva. Nel 2015 sostituisce Andrea Iannone nel team Pramac e nel GP di Gran Bretagna a Silverstone ottiene il primo podio. In totale Petrucci vince per vittorie, 4 secondi e 4 terzi posti, ottenendo il sesto posto in classifica generale nel 2019. Nel 2021 capita a KTM, ma non ottiene risultati: è costretto a lasciare il motomondiale. Ha iniziato il 2022 correndo la Dakar e ha detto che suo cugino pilota il mondo capace di vincere un GP nel motomondiale e tappa della gara “Africana”corsa nell’ultima edizione negli Emirati Arabi.

Diventa quest’anno proprio una Ducati a partecipare alla SBK AMA.

Add Comment