MotoGP, la novità Brembo per il Motomondiale 2022

Il negozio italiano, leader nel settore degli frenanti sarà ancora a turno protagonista del Motomondiale impianti pinze, dischi, pastiglie, brake pompe e frizione a tutti e 24 i piloti della classe regina

Giulio Caronia

28 febbraio

44 Mondiali contenziosi in classe regina, 33 Titoli Piloti, 34 Costruttori e oltre 500 GP portati casa. Numeri che bastano per descrivere l’eccellenza che non basta, dare solo, per parlare dello studio e del lavoro dietetico ad alcune delle novità tecnologiche che sono in pista in quest’anno. Sono criptato da Brembo, leader dello store italiano nel settore degli impianti frenanti, alla vigilia del campionato MotoGP 2022, al termine di questa settimana a Losail, in Qatar, per i primi 21 giorni dell’iridato più ricco della calendario della storia. Una lunghissima tappa polmonare e l’inizio della novità tecnica, che vedrà il negozio con sede a Stezzano, in provincia di Bergamo, ancorare un ritorno al protagonista, confermando la fornitura a tutti e 12 i team impegnati nella categoria.

STACCATE PER TUTTI E GUSTI

La gamma di componenti fornita da Brembo spazia tra pinze, dischi, pastiglie, pompe freno e frizione. Come accaduto anche negli anni scorsi, fondamentalmente è la possibilità per ognuno dei 24 piloti in griglia di scegliere il componente che più si adattano al proprio stile di guida, installando di volta in volta materiali diversione anche a seconda della pista e delle tattiche di gara. Per questo motivo Messi è arrivato a disporre di sei geometrie di disco con il materiale specifico (Major Mass, High Fascia e Standard Bass Fascia), per un totale di buone dodici diverse soluzioni disponibili.

MOTOGP, NOVITÀ DISCO DA 355MM

Inoltre, la maggior parte del pilota se è orientato sul suo disco da 340 mm, la grande novità della stazione è rappresentata dal disco ventilato in carbonio con un diametro di 355 mm, circa di temperatura molto elevata. Già prova nei test precampionato di Mandalika, se cerca di dare una soluzione che possa fare la differenza sulle piste più sever sugli impianti frenanti, come Spielberg, Motegi, Sepang e Buriram.

LA REGINETTA DEL BALLO, LA PINZA GP4

La reginetta sarà comune alla GP4, la nuova pinza con attacco radiale sui pistoni quattro presentata al Mondiale 2020 e da tempo apprezzata dai campioni delle due route nonostante any, per domande di abitudine, abbia continuato a utilizzare la specifica 2019. Oltre che per il design – che strizza l’occhio all’aerodinamica con la presenza di alette sul corpo della pinza – la GP4 si distingue per l’innovativo sistema al grado di amplificare la forza frenante forzando la leva del freno e per l’anti- drag , un dispositivo a molla che impedisce il contatto accidentale tra pasta e disco. Eventualità, questa, decisamente spiacevole quando si battaglia sul filo dei millesimi.

DOMANDA SENSIBILE

Ma di non soli dischi e pinze è fatto un impianto. Anzi, da non sottovalutare è la questione del feeling di frenata, che può davvero valere secondi preziosi nel corso di una gara. Pertanto, la tua moto continuerà ad essere presente regolatore a distanza, comando azionato dal pilota con la mano sinistra per regolare la posizione della leva del freno anche in movimento. Un terzo dei piloti MotoGP, insomma, se è ormai convertito al pollice, la soluzione tecnica ideata da Brembo negli Anni 90 di Mick Doohan e che consente di azionare il freno posteriore con una leva azionata dal sinistro pollice. Nel 2019 ha fatto il suo debutto la pompa spingere tirareuna pompa pollice 2.0 che pilota con l’azionare anche con lo stesso index per una maggiore modularità.

brembo, NON SOLO FRENI

La gamma di prodotti del gruppo by 2022 è completata anche da cerchi Marchesini in magnesio forgiato, scelti da 8 team su 12, che possono consentire di risparmiare qualcosina alla bilancia, dando priorità alla manovrabilità della moto e al cambio di direzione. Un impegno, insomma, tutto tondo per le aziende della famiglia Brembo, impegnate anche nella categoria minore di Motomondiale non solo con la fornitura di pinze, dischi in acciaio, pastiglie, pompe e cerchi Marchesini, ma anche con i prodotti di Sbs Friction e J.Juan: i due brand, recentemente acquisito dal gruppo bergamasco, hanno partecipato in prima persona alla stagione Moto2 e Moto3 fornendo rispettosamente pastiglie freno e materiale d’attrito, e tubo freno in treccia metallica



Add Comment