Rugby, Benetton ko col Leinster: 17-61

A Treviso la provincia irlandese segna nove mete, i biancoverdi privi di nazionali e sfortunati vengono puniti a ogni errore. Di Piantella e Cannone jr lo mettono nella sua ripresa. Aquile pesce zebra Domani

Il Leinster non perdona, passando per 17-61 sul campo della Benetton nel tredicesimo round dello United Rugby Championship. Addirittura nove le mete segnate dagli ospiti, di cui otto trasformate. Il partito se decide già nella prima frazione di gioco, chiusa dagli irlanesi sul 28-3. I leoni ho provato la reazione, il mio unico minimo errore è punito dagli ospiti con un’ulteriore marcatura che arrotondano il punteggio. Tante le assenze da entrambe si separarono, con gran parte degli atleti tuttora impegnati nei ritiri delle rispettive nazionali per il 6 Nazioni. MVP del match Ross Byrne, autore del gol e delle sette trasformazioni che sono arrivate dopo di lui.

cugino tempo

Sono bastati cinque minuti al Leinster per aprire la partita, raccoglendo la pressione più insistente in campo Benetton. Finta la mazza a contatto con l’ovale, arrivando a Deegan schierato per la lunghezza che segna il primo gol della partita, trasformato da Byrne. La reazione del leone arriva all’improvviso con una percussione di Drago che guadagna venti metri palla in mano; gli ospiti commettono a causa del fallimento consecutivo dando a Smith la possibilità di piazzare il 3-7. Ma se è un fuoco di paglia, perché al 23′ e 28′ gli ospiti segnano altre due mete che incanalano la parteta a loro favore, entrambe da situazione di touche. E’ Cronin a chiudere la maul dai 5 per il secondo voto di Leinster, mentre i minute minute di Leo Cullen dopo gli uomini replicano l’azione della prima meta, in questa occasione segnata da Larmour. A pochi minuti dall’intervallo, non ora e timidamente della Benetton, il primo e unico placcaggio sbagliato da Drago apre an anchor shop di Larmour; Dalla derivazione multifase delle percussioni dell’ala irlandese, la palla arriva a Byrne, che fissa il punto del primo tempo sul 3-28, trasformando il marchio stesso.

Seconda volta

I padroni di casa hanno provato a riaprire subito il match, ad un grande placcaggio di Tommy O’Brien il suo Smith salva il gol quasi già fatta, spegnendo le velleità iniziali dei biancoverdi. Al primo vero capovolgimento di campo sono ancora gli ospiti a trovare la ‘endzone’, anche in quest’occasione da maul guidata daltallnatore Cronin. Per quanto difficile sia, Treviso non resta a tenere e addolcisce momentaneamente passivo con una furbata di Piantella. Gli ospiti se dimenticano della guardia accanto al punto d’incontro, con il giovane seconda linea che si infila nello spazio e si invola sotto i pali. Tuttavia, dopo meno di tre minuti, Leinster trova ancora i sette punti, frutto dell’ennesima touche ai 5: questa volta è il subentrato Tracy a Marcare. Con il passare dei minuti la partita si intensificava, le mie speranze continuavano ad essere punite per l’errore minimo della disputa bianconera: Jimmy O’Brien e Tracy infieriscono con altri gol. E’ Cannone al 76′ a rendere meno pesante il passivo con una buona azione personale, primo che il gol a tempo breve dell’extremo O’Brien chiuda la contesa sul 17-61.

Calendario e classificazione

Se il tredicesimo turno dell’URC contro il Leinster non ha prenotato soddisfazioni al Benetton, il ritorno in campo il 25 marzo sarà altrettanto complicato. I leoni affronteranno infatti Munster a Musgrave Park alle 20.35 per aver tentato di tornare in corsa per i playoff. La classifica vede infatti Treviso all’undicesimo posto con 23 punti, frutto di quattro vittorie, un pareggio e sette sconfitte.

Add Comment