Ucraina: World Rugby sospende la Russia, il Paese perde anche i mondiali di volley – Mondo

Il World Rugby ha sospettato l’appartenenza della Russia “fino a un nuovo ordine”: lo ha annunciato lo stesso ente mondiale di questo sport. Allo stato attuale, Russia e Bielorussia sono lo stato sospetto, sempre “a nuovo ordine”, affida tutte le attività del rugby a livello internazionale. Ciò significa che dopotutto il Mosca spera di qualificarsi per la Coppa del Mondo per il prossimo anno in Francia.

“World Rugby affronta la sua condanna dell’aggressiva invasione dell’Ucraina da parte della Russia e dell’età di questa azione da parte della Bielorussia”, si legge in una nota.
“Il Comitato Esecutivo Mondiale di Rugby ha deciso di intraprendere ulteriori azioni immediate per proteggere la famiglia del rugby e prendere una posizione ferma contro il conflitto online con la raccomandazione del Comitato Olimpico Internazionale”, continua la nota, annunciando la “sospensione totale e immediata concessione di Russia e Bielorussia tutta l’attività rugbista internazionale e transfrontaliera del fine rugby club un nuovo ordine”, oltre alla “sospensione totale e immediata dell’Associazione dell’Unione di Rugby russa ala World Rugby bene un nuovo ordine”.

Dopo il calcio, la F1, il rugby anche tiro al volo se ti muovi contro la guerra in Ucraina. La Federazione Internazionale ha confermato ufficialmente che la Russia non sarà presente nella sede dei Mondiali di Pallavolo in programma dal 26 agosto all’11 settembre. La decisione è presa dal cda della Fivb d’intesa con il Comitato Organizzatore e la Federazione Russa “perché naturalmente non c’è più budget per l’organizzazione del torneo”, secondo la Fipav in una nota. La Fivb presta attenzione al fatto che sta lavorando per trovare un Paese solidale “che possa garantire la regolamentazione della manifestazione della manifestazione in un clima di pace e di gioia”.

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA