Gasly batte Sainz e Leclerc-Corriere.it

se si conclude in Bahrain la seconda sessione di test di F1, l’ultima prima che, sulla stessa pista di Sakhir, domenica 20 marzo se corre il Mondiale prima gara. Ecco la cronaca della prima giornata.

Nel pomeriggio Gasly davanti alla Ferrari

Alla fine arriva lo squillo di Pierre Gasly con le gomme pi tenere. Con il bene, tutta questa temperatura in cui se corre il GP del Bahrain, il 20 marzo, il francese dell’Alfa Tauri Ha segnato il miglior tempo nei primi tre giorni di test a Sakhir in 1’33”902, tempo comune a Londra dalla pole di max verstappen ottenuto lo scorso anno (1’28”997). Dietro al piccolo Toro di Faenza c’la Ferrari: Carlos SainzLa cosa inglese è uscita in macchina alle 13 e ha completato il programma del cugino giorno togliendo nelle battute finali il secondo tempo realizzato al mattino da Charles Leclerc.

Tanti giri per entrambi (52 e 64), la Ferrari conferma l’impressione di Barcellona. Positivo. La macchina è solida, prevedibile e anche veloce. Anche prestato per sbilanciarsi, Mercedes e Red Bull se suono nacost.

Sergio Pérez ha macinato 138 ragazzaSono solo, ma alla fine camminerò alla fine e farò scattare la prima bandiera rossa, abbastanza per chiudere la giornata un minuto prima. Ma nessuna altra scuderia ha coperto cos tanti chilometri oggi come quella di Milton Keynes. Le squadre si sono concentrate sulle probe della longa distanza, per vedere la prestazione pure da part de tutti bisogner attendere i prossimi giorni.

L’opera di sgrezzamento delle nove macchine a effetto suolo continua, attraversando secoli di chilometri se è necessario verificare la bontà delle soluzioni aerodinamiche confrontandola con i riferimenti della galleria del vento e del simulatore. E anche sull’importante fronte motorio proverò prima la resistenza del propulsore dal gelo allo stadio attuale.

Alpine conferma un problema complicato: Fernando Alonso è rimasto a lungo nel box, la nuova unità sta creando grande divertimento. Oltre al fenomeno balzelli, la focena, causata dall’instabilità aerodinamica dei fondali. La strada attorno al vertice è piuttosto complessa. E anche la McLaren, al battesimo di Sakhir, ha faticato più dell’atteso: Daniel Ricciardo non ha guidato, se mi sento maschio questa mattina e non è riuscito nemmeno a presentare la classica foto del gruppo di piloti dall’inizio della tappa .

I tempi della prima giornata di prova

1 Gasly, AlphaTauri, 1’33”902 103 giri
2. Sainz, Ferrari – 1’34”359 (52)
3. Leclerc, Ferrari, 1’34”531 (64)
4. Cammina, Aston Martin, 1’34”736 (50)
5. Albon, Williams, 1’35”070 (104)
6. Norris, McLaren, 1’35”356 (50)
7. Bottas, Alfa Romeo, 1’35”495 (66)
8. Vettel, Aston Martin, 1’35”706 (39)
9. Russell, Mercedes, 1’35”941 (60)
10. Perez, Red Bull, 1’35”977 (138)
11. Hamilton, Mercedes, 1’36”365” (62)
12. Alonso, Alpino, 1’36.745 (24)
13. Ocon, Alpino, 1’36”768 (42)
14. Zhou, Alfa Romeo, 1’37”164 (54)
15. Fittipaldi, Haas, 1’38”527 (47)

Ore 16.10 Pierre Gasly all’Alpha Tauri fa segnare il miglior tempo in 1’34”010 con le gomme rosse, più veloci rispetto a quelle gialle usate da Leclerc questa mattina: mezzo secondo il distaco.

Ore 16.08 Carlos Sainz Sì, il mio tempo è il secondo tempo della giornata, 1’34”713, dico al compagno della squadra Leclerc (tempo del mattino): la distanza di 0”182.

Ore 15.50Dietro Leclerc ci sono la Williams di Albon il’L’Alfa Romeo di Botta. Solo sei volte al momento per l’altra Ferrari di Sainz. Nel pomeriggio ha iniziato a girare anche la Haas. Il direttore del team della Haas Gunther Steiner, trovando i giornalisti ritornato sul caso Mazepin: Siamo arrivati ​​​​​​con 36 ore di ritardo rispetto agli altri. Abbiamo chiesto 4 pray alla domenica perre il tempo perduto, ma un team si opposto. Speriamo di convincere te e il tuo team che recupererò le 4 ore domenica mattina. Le difficoltà sono state legate agli addii di Mazepin e Uralkali (lo sponsor di propriet del padre di Mazepin). Abbiamo dovuto Salverò il futuro e deciderò. Abbiamo anche altri partner e abbiamo dovuto che terrò un pappagallo e quello che succede in Ucraina. Appiedare Nikita è stata una scelta inevitabile. Poi abbiamo visto anche che ci sono riuscito.

15.00: Sessione del pomeriggio in corso, al momento il miglior tempo sempre quello di Carlos Leclerc. Adesso in pista per la Ferrari c’è Carlos Sainz.

F1, test: la sessione di matino

Sakhir un circuito severo per il motore, per l’aerodinamica e per l’equilibrio.
La Ferrari riparte con il piede giusto: Charles Leclerc Stato il più veloce nel turno mattutino: il monegasco ha girato in 1’34”531 con le gomme medie, C3. Dietro Albon e Vettel. Sono tempi ancora molto lontani dalla pole realizzati lo scorso anno in Bahrain da Max Verstappen (1’28”997). E la sessione più rappresentativa quella del pomeriggio, con le stesse temperature della corsa. L’impressione, comunico, che la nuova Ferrari F1-75 sia facile darmi ragione e rispondere facilmente a tutte le indicazioni tecniche e del pilota. Ma mangia l’altro monoposto, quando se provo a girare, perderò aderenza sulle curve lente un attimo.

Nutro Leclerc se piazzato a Alessandro Albon con la Williams, un mezzo secondo, con gli pneumatici pi duri. C’era tanto attesa per la Mercedes, nel deserto se presentato con un abito tutto nuovo e con soluzioni formidabili nella zona delle pance dove per snellire le fiancate yes optato da particolarissimi specchietti con caratteristiche aerodinamiche. Tanto che gli avversari gi mugugnano sulla regolarità di alcune scelte. E non da solo. Cristiano Omero ad by detto Automobile, motore e sport Che una tale filosofia violi lo spirito del regolamento, dà Red Bull smentisconno che il team director abbia fatto tali dichiarazioni in pubblico ma la smentita nonconvincia nessuno.


Per ora a livello di prestazione non si molto: Lewis Hamilton, con le stesse mescole di Leclerc, ha chiuso a 1”8 dal ferrarista. Il campione di posta inglese non si è limitato a prendere confidenza con il W13 aggiornato. Un programma simile è stato Sergio Pérez, insieme alla Red Bull Se si evolve, sembra rispettare il Barcellona, ​​ma non liveli di Mercedes. branzino rossoL’ispirazione della nuova regola ammette: Non abbiamo previsto il design della Mercedes.

Ai piani alti della classifica si rivede Sebastian Vettel, ha guidato l’Aston Martin con il casco con il colore della bandiera ucraina e il testo di Imagine di John Lennon. Il tedesco era stato il primo a prendere posizione contro la guerra scat di Putin. Lontano dai top c’ una McLaren in marmitta, Daniel Ricciardo ha dato il volante a Lando Norris: l’australiano non si sente bene. Pochi i giri del britannico, il suo ritmo turistico.

I tempi della sessione del mattino

1. Leclerc (Ferrari) – 1:34.531 (64 giri)
2. Albon (Williams) – 1:35.070 (53)
3. Vettel (Aston Martin) – 1:35.706 (39)
4. Perez (Red Bull) – 1:35.977 (70)
5. Hamilton (Mercedes) – 1:36.365 (62)
6. Ocon (Alpino)- 1:36.768 (42)
7. Zhou (Alfa) – 1:37.164 (54)
8. Norris (McLaren) – 1:37.580 (21)
9. Gasly (Alpha Tauri) – 1:37.888 (44)

11.30 – Al di l dei riscontri chronometrici, che nei test ha sempre un valore relativo, tutte le attenzione sono concentrati sulla nuova mercedesche se presentato con pance ridotta al minimo, specchietti con aerodinamiche appendici e alettone anteriore ripensato. Automobile, motore e sport Ha ricevuto segnalazioni dalla squadra principale della Red Bull Horner in cui ha incontrato a Dubbio il regolamento di alcune soluzioni, ma Horner ha dovuto raccontargli della sua persona: la Mercedes ha un diverso piuttosto nostri concetto, la studieranno i tecnici. Il valore è cambiato nel campo? Non ne ho idea.

11.15 – Con Leclerc sempre in prova, Dietro di Lui Adesso Perez ha lasciato la Red Bull a 1”716, per Hamilton a 1”834, Albon a 2”047 e Vettel a 2”106.

10.30 – Questa la classifica dei tempi Leclerc ancora in testa con 1’34”531, di Lewis Hamilton con la sua Mercedes in 1”834, Alexander Albon con la Williams in 2”047, Sergio Perez con la Red Bull in 2” 050 e Sebastian Vettel con l’Aston Martin in 2”106. Vettel è sceso in pista indossando un casco con i colori dell’Ucraina.

Il casco di Vettel
Il casco di Vettel

10.00 – Per la Ferrari c’è sulla pista di Leclerc che al momento guida la classifica dei tempi in 1’34”531.

Formula 1, test in Bahrain: le novità tecniche di Ferrari, Mercedes Red Bull e McLaren
Test verità sulla pista del primo GP, il 20 marzo

Mercoled saranno i piloti gi presenti in pista hanno voluto posare in una foto con una maglietta contro la guerra in Ucraina, in cui curiosamente non si confronta Lewis Hamilton: il campione della Mercedes, sempre attento ai temi sociali (recordiamo il suo coinvolgimento nel Black lives movement matter), if per scusato subito sui social: a ritardo del suo volo non gli ha consentito di essere presente. Lo ha tirato fuori dalla guerra se era vestito anche da F1: il russo Mazepin era cacciato dalla Haas (che lo ha sostituito con Magnussen), mentre la Ferrari al momento ha confermato il suo pilota Shwartzman.

10 marzo 2022 (modificato il 10 marzo 2022 | 18:10)

© RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE

Add Comment