Milano, scelti i centrali del 2021-22: tra Botman, Romagnoli e l’incognita Kjaer | primapagina

Una nuova difesa, senza grandi stravolgimenti. Il Milan targato 2021-22 sceglierà la via della continuità per quanto riguarda il pacchetto dei centrali, che ben stanno facendo con Pioli in panchina. L’idea di Maldini e Massara è quella di inserire un’unica figura, un nuovo volto nuovo che possa fare di gran lunga il salto di qualità e che per caratteristica possa integrasi con chi c’è già in rosa. La scelta è richuta su Sven Botman, 22enne olandese del Lille, per il quale la trattativa è un buon punto: lui offerto dall’Inghilterra non spaventano il Milan, che deve solo limare gli ultimi dettagli.

VIA UNO, DENTRO UNO – Botman accenderà il palo di Alessio Romagnoli, che non rinnoverà il contratto in scadenza a giugno. L’ex Roma non ha considerato l’offerta al ribasso dei rossoneri, con grande probabilità il prossimo anno vestirà la maglia della Lazio, che gli ha offerto un quinquennale degli ultimi 3 milioni di euro netti a stagione. Con Tomori e Kalulu intoccabili (il francese a fine anno dovrebbe prolungare con ritocco dell’ingaggio), ci saranno Botman e kajerChe il percorso di ripresa prosegua dalla disgrazia al precedente crociato legamento del ginocchio sinistro subito all’inizio di dicembre a Genova contro il Genova.

FATTORE GABBIA – Il Milan a fine stagione farà il punto con il danese, per capire potrebbe essere possibile finire con una risata di Pioli. Se dovessi avere bisogno di più tempo non è da avere bisogno che possa restare in rossonero Matteo Gabbia, quest’anno impiegato solo 7 parti (per un totale di 580′). La conferma del centrale di Busto Arsizio potrebbe essere legata anche al discorso sui giocatori: il Milan, come tutte le squadre di Serie A, ne deve avere 4 in lista.

Add Comment