BDC Mag – Bici corsa

Pietro Sagan (TotalEnergies) Salterà il prossimo giro delle Fiandre domenica. In secondo luogo, lo staff della sua squadra il corridore Slovacco soffrirebbe di qualsiasi problema fisico, in particolare qualsiasi cosa che lo limitasse oltre i 200km di viaggio.

Il suo inizio di tappa nella formazione francese è decisamente al di sotto delle sue aspettative, anche per via del contagio da Covid, dovuto al fatto che è saltato al via della tappa a Calpe (Spagna). Poi è arrivato al 4° posto alla Tirreno-Adriatico nella 2^ tappa come prima corsa dopo il rientro, anche se non è partito il giorno successivo; Che ha raggiunto il 5° posto nella Milano-Torino e il 92° nella Milano-Sanremo, dove ha avuto problemi anche con il deragliatore occorsi cuginetto della Cipressa perché ha contattato il gruppo di senza poi riuscire a rientrare. 68° alla E3 ad oltre 11′ dal vincitore Van Aert, ed infine domenica si è ritirato domenica scorsa alla Gent-Wevelgem.

In comune accordo con la sua rosa, Sagan ha deciso di non correre su Fiandre, in quanto non poteva essere in finale contro Anthony Turgis, il migliore della squadra francese al momento (2° a Sanremo, 13° in E3 e 26° alla Gent-Wevelgem). Sagan sostituirà Geoffrey Soupe.

Sagan gareggerà in un garage di livello più modesto il 5 aprile, al Circuit de la Sarthe. Nel frattempo sorgerà dagli esami fisici chiudere la causa che lo limita.

Sicuramente un duro colpo per la TotalEnergies che ha indagato per somigliare al suo campione slovacco per poter finalmente raggiungere lo status di Squadra WorldTour. Rimangono ha comunicato di aver atteso che il fiume Sagan fosse protagonista dell’Amstel Gold Race e della Parigi-Roubaix. Ed ovviamente a lottare per la maglia verde al Tour.

Add Comment