Rimonta biancorossa, il Med Store Tunit batte il Torino 3-1

Gara in crescendo per Macerata che si vede soffiare il primo set ai vantaggi poi è brava a crederci e ribaltare tutto trascinata da super Ferri. Partono bene i biancorossi ma subiscono il ritorno degli avversari, poi nel finale tirato la spunta Torino ai vantaggi. Troppi errori in battuta e la Med Store Tunit insegue nel secondo set ma stavolta sono i ragazzi di coach Domizioli a ribaltare il punteggio, poi controllano nel finale. Terzo set access, Macerata costretta ad inseguire, no si arrende nemmeno sotto -5 e alla fine ribalta tutto trascinata dal suo Capitano Robbiati. Ultimo set con i biancorossi che se accendo il vantaggio e ho una distanza dagli avversari, l’ancora Robbiati firmerà l’ultimo punto e darà la vittoria a Macerata.

IL CHRONAC – Novità per coach Domizioli che deve andare a meno di Giannotti, torna Lazzaretto, con lui Ferri e Margutti, non cambia di nuovo al centro con la coppia Pasquali e Sanfilippo, regia affidata a Longo, Gabbanelli è il libero. Torino in campo con Genovesio, RIcheri e Umek, centrali Orlando e Maleto, il palleggiatore è Carlevaris, Valente è il libero. Inizio positivo al muro di Macerata, blocca gli attacchi avversari e alza la pressione: Lazzaretto sigla il muro del 6-1 che costò a coach Simeon di chiamare il primo time out. Break Torino che gode di qualsiasi errore dei bianconeri per avvicinarsi, per un bel cambio al centro con Richeri, 8-4; il Med Store Tunit prova ad avere la distanza dal Torino che però accetta di ancorare con il tocco sotto rete di Carlevaris, 10-8. La dichiarazione di Gabbanelli non basta, ha dato i suoi consigli dopo il wall out e per il lungo troppo lunga di Margutti, 12-12 e stavolta è stato coach Domizioli a chiamare il time out. La gara riparte con il Torino scontro, le squadre giocano punto per punto: sotto rete dove ha meglio Margutti che avanti ritrova la parità, 17-17; Vorrei poter salvare l’impossibilità di dirlo perché pensavo di aver ancorato il numero 9 bianco, potente diagonale e nuovo punto di osservazione Med Store Tunit. Torino ribalta ancora, dato che di Genovesio è un tocco fortunato di Lazzaretto ma entra il Capitano Robbiati e subito rimette lo cuce apposto, 21-21. Accesso finale: Margutti fulmina la ricezione avversaria in battuta, risponde Umek che poi salva i suoi e rimanda tutto ai vantaggi. Lotta senza fine, il Torino è in vantaggio 26-28. Gli ospiti ripartono avanti, Richeri di forza trova il pareggio del suo Sanfilippo, 3-5. Con la pace Macerata recupera e con la diagonale di Ferri e il muro di Robbiati se porta avanti, 10-8; buon momento per i padroni di casa e sul 13-9 coach Simeon chiama il time out. Sanfilippo è il più lesto a colpire una pallante sotto rete, 15-10, perché il Torino torna e si accorda con il muro dell’Umek, ora in lotta contro le due squadre: come di Corazza, 18-17 e coach Domizioli richiama e il suo time out. Ferry e poi il nuovo muro di Robbiati rilanciano Macerata, quindi errore di Umek, i biancorossi allungano 21-17: stavolta niente sorpresa, la Med Store Tunit controlla e pareggia i set conquistati. Di nuovo avanti Torino, Macerata si riprende improvvisamente: Ferri conclude un lungo scambio grazie alla differenza di Gabbanelli, 3-3. Brugiafreddo si è fatto avanti e la sua in battuta, per allunga Genovesio con muro out, cinque errori in attacco dei biancorossi, 5-8 e time out lasciato da coach Domizioli. La controversia non ha il colpo di Ferri, Macerata accorcia, 8-10, risponde Umek, diagonale di potenza e stavolta Gabbanelli non può nulla; Ha vantaggio il Torino, Ferri sbaglia in battuta ma si riscatta subito dopo, 12-15. Attacco vincente al centro di Maletto, 14-18, Margutti in pallonetto accorcia ancora: the Med Store Tunit risponde colpo su colpo ma non riesce a recuperare. Umek ha incontrato in difficoltà la difesa di casa e allunga +5, non ci sta Macerata che si riporta sul -2: Lazzaretto vince lo scontro sotto rete, 18-20 e time out per Torino. Entra Scrollavezza, intanto miraculo de Gabbanelli che mi permette di sostenere il contrattacco, differenno bene gli ospiti poi Margutti trova il buco nel pared, 20-21; Altro lungo scambio, risolto Lazzeretto che trova il pareggio e costringe coach Simeon al nuovo time out. Arriva anche vantaggio il biancorosso, sempre Lazzaretto che gioca col ospite muro, 23-22; Ferri buca la difesa, poi chiude il set il pared di Robbiati, vantaggio Med Store Tunit. Ritmo alto all’inizio del quarto set, Macerata avanti con Margutti che scavalca il muro dell’anniversario, 4-2. Torino trova il 6-6 ma Ferri e Robbiati ristabiliscono il +2, squadre che non mollano su ogni pallone. Ace di Ferri, colpo forte e preciso che lascia paralizzata la difesa ospite, 11-8; bel cambio al centro, Orlando d’accordo, Sanfilippo risponde a Genovesio, 13-10, Macerata prova a controllare e mettere pressione su Robbiati, frase a muro: 15-11 e time out per coach Simeon. Lotta vedrà il Banca Macerata Forum, salvo Tutto Valente per l’ultimo contrattacco biancorosso trova il bersaglio, Ferri di forza per il 17-13. Esce in classe al numero 10 da casa, quando Orlando risponde a Umek manda fuori, 20-16, finale aperto: ancora Ferri allunga del Med Store Tunit, un missile Valente colpisce, 22-17; come di Scrollavezza, ennesimo salvataggio di Gabbanelli e Robbiati sotto rete mette a terra il punto della vittoria.

Il tabellino:
MED STORE TUNIT MACERATA 3
TORINO ABITATO BANCA 1

PARZIALI: 26-28, 25-18, 25-23, 25-18.
Durata impostata: 33′, 25′, 29′, 27′. Complessivamente: 114′.

MED STORE TUNIT MACERATA: Pasquali 1, Longo 1, Scita, Margutti 15, Ferri 30, Sanfilippo 6, Scrollavezza 1, Lazzaretto 13, Gabbanelli, Robbiati 6. NE: Giannotti, Paolucci, Facchi, Ravellino. Allenatore: Domizioli.
BANCA TORINO ABITATA: Corazza 1, Carlevaris 1, Genovesio 11, Brugiafreddo 1, Valente, Cian, Orlando 13, Umek 20, Maletto 8. NE: Gonzi, Fabbri, Becchio. Allenatore: Simeone.

ARBITRATO: Proietti e Merli.

Add Comment