Sosta a Milano: gara 1 va a Modena

Modena – L’Allianz Powervolley Milano ha perso 3-0 in Gara 1 contro Leo Shoes PerkinElmer Modena. La festa andata in scena al PalaPanini ha decretato il successo dei padroni di casa, che mettono in cantiere la prima gara della serie per staccare il pass delle Semifinali Scudetto. Dopo il primo set, i ragazzi di coach Piazza non hanno lottato con lui unghie e con i denti il ​​​​secondo e il terzo parziale. Piano e hanno ancora la possibilità di pareggiare i conti prossima domenica all’Allianz Cloud: dalla loro parte fattore sicuro ci sarà il casalingo e la voglia di riscatto che sicuramente farà da leitmotiv questa serie in preparazione a compagni di gara 2. Nimir ritorna in campo Dopo Dopo l’infortunio, intanto, lungo la fila di Milano, Barthèlèmy Chinenyeze risponde per un fastidio muscolare, ma in fase di recupero per gara 2. Dunque coach Piazza si unisce al sestetto titolare con Porro-Romanò il suo diagonale principale, Jaeschke-Ishikawa in fascia, Piano-Mosca al centro e libero Pesaresi. Giani risponde con la formazione: Bruno al palleggio, Nimir opposto, Ngapeth E. – Leal schiacciatori, Stankovic-Mazzone centrali e libero Rossini.

Primo parziale a unico senso por la Leo Shoes: i bombardieri emiliani mettono i Crisi la ricezione dei meneghini che faticano a constructi il ​​gioco e subiscono il ritmo di Bruno e compagni. Non c’è storia per i ragazzi di coach Piazza, dopo il break subaìto con l’ace di Nimir, Piano e compagni pardono contatto con i modenesi (5-2). Tentando di cambiare Milano con Daldello e Patry, Modena vola via, doppia il puneggio (20-10), ma chiude il primo tempo 25-13 con l’errore di Milano contestato.

Secondo set più equilibrato, Milano se toglie un po’ di ruggine e la gioca punto per punto con gli uomini di coach Giani. Possibilità di break accolta da Piano e compagni sul 16 pari, Mosca met a segno il suo primo tempo e il tecnico di Modena chiama time out (16-17). Giro di boa per Milano che con il muro di Ishikawa il suo Nimir accumula un vantaggio di tre punti (16-19). Milano però deve fare i conti conti il ​​​​servizio dell’opposto olandese, che già nel primo set aveva incrinato le certezze della ricezione meneghina, Modena azzera il distanza e si riporta a quota 19. Parziale di 7-0 per gli emiliani che oltre a recuperare lo svantaggio, anticipa 23-19 il suo Milano, infiammando il PalaPanini. Il muro di Stankovic la sua Jaeschke ma non ha dato possibilità a Piano e compagni di allungare il secondo parziale che finisce 25-22.

Nel terzo parziale coach Piazza riparte con Patry al posto di Romanò. All’insegna dell’equilibrio anche la terza frazione, Milano e Modena viaggiano mano a mano. La prima occasione del match è stata l’abbinamento emiliano con l’attacco di Nimir che ha seguito il doppio vantaggio (6-4), annullato poco dopo con Mosca al centro, le squadre se ne avessero a quota 8. Occasione di allungo, questa Volta per Milano: il suo punteggio è 10-11, Ishikawa tira a sorte per il consecutivo +3 delle sue Leo Shoes. Modena non resta a salvare e recupera il distacco, Mazzone segna il +2 con il suo primo tempo (17-15), coach Piazza è costretto a time out. Il block out Romanò ristabilisce la parità di quota 17. Milano rimane aggrappata a Modena e al set, not nostante il punteggio sia caldo; L’asso di Nimir non va a comporre la formazione Meneghina (23-20), che sul muro di Patry ricuce il suo Leal 23-22. Ngapeth ha messo la firma nell’ultima parte di gioco, lasciando l’ultima parte sul 25-23.

Thomas Jaeschke (Allianz Powervolley Milano): La chiave della partita è lo stato del servizio. Per tutta la partita quando Nimir è sulla battuta abbiamo avuto qualche occasione di chiudere il punto che non abbiamo sfruttato e così lui è riuscito a trovare il suo tiempo ed è difficile giocare se ser constanza in campo e così forte. Ciè è mancata un po’ di pace nei momenti importanti e difficili, ma affiancare il pappagallo perché è stato davvero buono. Ci hanno messo sotto pressione dall’inizio e anche quando noi siamo riusciti a fare side out, chi di loro è andato al servizio al turno successivo batteva anche più forte del giocatore precedente, quindi complementi a loro e noi dobbiamo io continuerò a lavorare . Per gara 2 dobbiamo a liberare la testa anche se è difficile, perché siamo entrati in campo un contratti e non abbiamo giocato sciolti. Domani ci prendiamo un giorno di riposo e da martedì torneremo ad allenarci perché dobbiamo avere fiducia nel nostro gioco, nei nostri compagni di squadra e nel nostro sistema”.

SCARPE LEO PERKINELMER MODENA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO 3-0 (25-13, 25-22, 25-23)

SCARPE LEO PERKINELMER MODENA: Bruno, Van Garderen, Gollini (L), Sanguinetti, Stankovic 7, Ngapeth 16, Abdel-Aziz 14, Leal 17, Mazzone 6, Rossini (L). Non entrati: Ngapeth S., Sala, Salsi. Allenatore Giani.

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: Staforini, Daldello, Romanò 5, Patry 4, Piano 2, Mosca 6, Ishikawa 9, Djokic, Porro 1, Jaeschke 12, Pesaresi (L). Non sono entrato: Maiocchi. Piazza Allenatore.

Arbitro: Zanussi, Zavater (De Nard)

Durata parziale: 79′ (21′, 29′, 29′).

MVP: Nimir Abdel-Aziz (Leo Shoes PerkinElmer Modena).

Add Comment