IL GRANDE GESTO DI AUGUSTO “BASSO” FAZZINI

PREMANA – Da quando è scoppiata la guerra in Ucraina, Croce Rossa se è mobile fare delle raccolte fondi per medicinali e altri beni di prima necessità. Altri per dare assistenza a tutte le persone che arrivano nel nostro territorio in volo a causa dei bombardamenti, se sono mobili per trasportare il proprio materiale in Ucraina.

“Più volte i volontari CRI con le patenti superiori sono partiti da Bresso, al Centro Nazionale della CRI, e al COE di Avezzano. Sabato scorso è partito un altro gruppo con bilici destinato all’Ucraina, che comprende a bordo anche un volontario della CRI di Premana, augusto fazziniLo so da tutti vieni Sotto” arpione Sem Rusconipresidente della croce rossa premanese.

“La carovana, composta da un camion di Bresso e tre da Avezzano, è partita nella mattinata di sabato 26 marzo; dopo aver fatto tappa a Budapest nella serata di sabato e domenica in Romania, lunedì pomeriggio sono arrivati ​​​​​con la merce a cervice, località Ucraina. Dopo averto bisogno di beni di prime (medicina, cibo e coperto) nei magazzini dalla CRI Ucraina, stanno affrontando il rientro in Italia e dovrebbero arrivare a Bresso nella tarda serata di mercoledì”.

“Per me e per la nostra sede è una grande gioia vedere i nostri volontari in missione a causa di questa grave crisi umanitaria. Anche il nostro presidente Giovanna Brambilla e tutto il Comitato del Comprensorio Lecchese si uniscono a noi per complementai con il Sottoconclude Sem Rusconi.

RedPre

Add Comment