#TOTACARE. LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO AL GIRO DELLE ALPI

No capita spesso che un organizzatore, per sua spontanea volontà e per le sue spese, decida di fare un ulteriore investimento sul lato sicurezza oltre a quelli previsti da regolamento. Illinois giro delle alpiin vista dell’imminente edizione del 2022 in programma dal 18 al 22 aprile, ha fatto. E non è la prima volta. Dopo la riduzione dei mezzi a motore a seguito della corsa e l’inserimento degli hotspot sul percorso, oltre la segnalazione e il presidio dei punti più critici del corso, gli organizzatori del GS Alto Garda vanno ancora oltre per riuscire per garantire la massima sicurezza possibile per i corridore durante l’evento.

A BolzanoPeso Casasede dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, il Direttore Generale Maurizio evangelista e la sua squadra hanno svelato e illustrato i nuovi supporto di protezione a settori – marchiati dall’hashtag #TotACare“al TotA matter (la sicurezza)” – studiati appositati per la riduzione dei rischi in eventuali urti sulle diversità tipologie di ostacoli, dai guardrail agli spartitraffico o ai cartelli stradali posti in fragenti del percorso insidiosi.

Allo scopo verrà impegnato il sicurezza del computerChe se c’è si aggiungerà alle oltre 30 motostaffette in servizio e che opererà nei nuclei previsti: la prima anticipazione di pochi minuti la corsa, nella fase di chiusura al traffico delle strade, camminando ad aderendo alle protezioni sui punti precedentemente monitorati e mappati dai responsabili del corso, Durante il secondo, alla fine del garage, completerò immediatamente l’installazione per completare il transito del garage.

«I ciclisti professionisti, in molti casi, sono quasi acrobati, ma questo non li esenta dal rischio di finire per terra ed evitare gli ostacoli – ha spiegato Evangelista -. Da sempre, uno dei nostri grandi obiettivi è rendere possibile il percorso di gara il più sicuro. Avevamo un non-lasciare nulla al caso e per questo ogni anno ragioniamo i suoi possibili accorgimenti da fare da questo punto di vista. Naturalmente, prima della gara setacciamo in lungo e long il percorso, ma capita che all’improvviso possa fuori un piccolo cantiere, a new form, che possono rappresentar un’insidia. Con il supporto della tutela #TotACares, siamo consapevoli dell’inefficienza dei questi ostacoli. Ovviamente, non sono semplici materassini, non hanno materiali specifici al caso, sono stati testati con crash test e quant’altro…».

A tal fine, infatti, il Tour of the Alps ha stretto una partnership con due aziende d’eccellenza: Liskileader dell’azienda italiana nella produzione di materiali e attrezzature per la messa in sicurezza degli sportivi eventi, truffa esperienza in MotoGP e Olimpiadi Invernali (anche Pechino 2022), e Classventi Vieni partner logistico. I materiali forniti da Liski, inoltre, sono dotati di un sistema di fissaggio estremamente pratico che permette di effettuare l’intervento in tempi ridottissimi.

Durante la presentazione di Bolzano, alla quale erano presenti anche autorità como il Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Arno KompatscherSegretario Generale dell’Euregio marilena defrancesco e il Direttore Christoph von Ach, sono statale presenta anche l’attività collaterale che se svolgeranno nelle sedi d’arrivo di tappa a Lana e Villabassa. Fra di esse degna di nota è la collaborazione con Solo DEBRA, l’associazione impegnata a sostenere la ricerca e la persona affetta da Epidermolisi Bollosa, una rara malattia genetica che rende la pelle del bambino terribilmente fragile, formando una palla o una piaga al minimo tocco o contatto. I “bambini farfalla” vengo come identifico e piccoli affetti dalla malattia, sono circa 30 miglia in Europa e 1500 sono e quasi accertati in Italia e Austria.

LE TAPPE DEL GIRO DELLE ALPI 2022

Lunedì 18 aprile
Tappa 1: Cles-Primiero/S. Martino de Castrozza, 159 Km
Dislivello: 2950 m.
Difficoltà: ***

Martedì 19 aprile
Coperchio 2: Primer/S. Martino di Castrozza-Lana, 153 Km
Dislivello: 3200 m.
Difficoltà: ***

Mercoledi 20 aprile
Tappa 3: Lana-Villabassa, 149 Km
Dislivello: 2900 m.
Difficoltà: ****

21 aprile
Tappa 4: Villabassa-Kals am Großglockner, 142 km
Dislivello: 2400 m.
Difficoltà: ****

Venerdì 22 aprile
Tappa 5: Lienz-Lienz, 116 km
Dislivello: 2300 m.
Difficoltà: ***

Add Comment