e lui non molla i compagni. La storia (PODCAST)

MilanoNews.it

© UEFA foto/immagine Sport

Se potessi essere il leader anche se potessi salire in campo e salvare la parte televisiva? La risposta è sì se ti chiami Simon Kjaer. Il difensore danese, il settantenne scorso, ha effettuato il test per valutare le condizioni della sua mano destra, operata a dicembre per spezzare il precedente crociato legamento avvenuto all’inizio della partita contro il Genoa al Ferraris. I risultati sono stati soddisfacenti, con Simone che ha anche svolto del lavoro individuale a Milanello.

Kjaer, che si è recentemente aggiornato con un’intervista ai media danesi, non sta mollando la prey sui suoi compagni di squadra, fandosi sentire non appena ne ha l’occasione. Perché in un momento del genere, a otto giornate dalla fine del campionato e con il Milan in vetta alla classifica, c’è bisogno anche del suo apporto e sostegno morale per avere ulteriormente alta la concentrazione e la fama della vittoria del gruppo. D’altronde lui è uno dei capitani di questo Milan e, come tale, se la cava bene.

Nel podcast odierno i retroscena.

Add Comment