GP del Bahrain, Alfa Romeo, Bottas: “Credo in questa squadra” – Notizie

E’ una nuova era per tutti, comprimi l’Alfa Romeo. Il quale in attesa di vedere all’opera il primo cinese della storia a prendere il via in Formula 1, Guanyu Zhou, si augura di poter vivere una estagione più felice rispetto alle due precedenti: Valtteri Bottas dopo aver scommesso su Hinwil per la Sua new soprattutto dopo la Mercedes e aspettarla Frédéric Vasseur, la squadra principale chiamata a far risalire la china alla sua squadra.

F1 2022, la guida al mondo: la rosa

Vasseur: ci vorranno dei GP per capire

L’ho provato invernali non sono benissimo per la C42soprattutto in Spagna, ma bicchiere predica fiducia, consapevole che ci vorranno alcuni GP per avere un chiaro della situazione: “Finalmente è giunto il momento di iniziare la stagione e penso che non vediamo l’ora di vedere quanto vedremo e di realizzare valore in campo quando sarà davvero. Alcuni potrebbero vedere come il momento della verità, ma in realtà ci vorranno alcune gare per avere un’idea più chiara delle gerarchie. Tuttavia, domenica ci saranno già in palio dei punti e dobbiamo fare le ultime verifiche dopo i test per assicurarci di essere nella migliore forma possibile il giorno della corsa. Tutti in sede e in pista hanno svolto un lavoro enorme durante l’inverno: ora è il momento di raccogliere e mangiare la frutta. Siamo famosi, siamo motivati ​​e lo saremo presto: siamo due piloti desiderosi di mostrare il valore del pappagallo nell’habitat ed è sicuro che ci divertiremo e torneremo alle competizioni durante la pausa invernale”.

F1 2022, la guida al mondo: i piloti

Bottas ed il potenziale della C42

Di Valtteri Bottas invece c’è a tutto da scrivere future tutto dopo sei stagioni alla Mercedes: “Questa gara per me è l’inizio di un nuovo capitolo della mia carriera – ha scoperto il numero 77– Sono fiduciario per poter raggiungere gli obiettivi che mi sono prefissato insieme alla squadra. Sono impressionato dall’etica del lavoro che ho appaltato quando arrivo a Hinwil e dal lavoro che abbiamo trascorso durante l’inverno: abbiamo riscontrato alcuni problemi durante i test, ma li abbiamo risolti e adesso possiamo concentrarci sul cogliere il miglior risultato possibile domenica. Sarà una lunga stagione e c’è ancora un punto interrogativo sulla scala dei valori: penso che tutti non vedano l’ora di avere un po’ più di chiarezza questa fin settimana! L’importante, però, è che continuerò a lavorare per bloccare tutto il potenziale della C42 e avere un weekend pulito: in questo modo massimizziamo le nostre possibilità di tornare a casa con un buon risultato. Credo in questa squadra e credo che possiamo ottenere molte soddisfazioni ci laveremmo sodo insieme”.

Sainz e Leclerc non si nascondono: “In Bahrain per vincere”

Zhou ed il sogno di una vita

Guanyu Zhou Invece è già presto a fare la storia divenendo, allo spegnimento dei semafori, il primo pilota dalla Cina per girare la via in F1: Da anni sogno di debuttare in Formula 1, e questo weekend sarà un momento indimenticabile per me e il mio Paese. È un momento che mi apprezzerò, e sono contento per la mia famiglia e per tutti i colori che mi hanno aiutato in questo percorso: abbiamo lavorato sodo per questo, e sono grato per tutto il supporto che ho ricevuto nel corso dell’anno. Il duro lavoro non fa l’esordio, ovviamente: ora sono nel campionato più prestigioso e competitivo del motorsport e sono consapevole della borsa della sfida a cui partecipo. Quindi quanto dovrò impegnarmi e quanto velocemente dovrò imparare: fortunatamente, il team mi è vicino ed i ragazzi sono stati eccezionali nell’aiutarmi a farmi trovare presto per questo momento. Così che tante persone mi guardiano domenica e voglio renderlo orgoglioso”.

GP del Bahrain, l’anteprima: pace e curiosità

Add Comment