Impianti sportivi comunali: estendere la concessione a tutte le società che gestiscono Attualità

Sono ventidue gli impianti sportivi di proprietà comunale. Il Comune di Carpi ha concesso ad una società diversificata, con appositi atti, di occuparsi della gestione del campo da tennis di via Marx, degli undici palestre per lo più scolastiche, del campo da baseball, di sei campi di calcio, infine con la pista di atletica leggera, l’impianto comunale di motocross e quello di beach volley. Una deliberazione dei questi giorni ha stabilito che tutte le granti in scadenza tra il 30 giugno 2023 potranno essere rinnovate automaticamente da altri tre anni e da due anni quelle che decade dopo il 1 luglio e il 31 dicembre di quest’anno.

Questo in adesione ad un decreto legislativo del Governo che il 19 maggio 2020, nel pieno di una pandemia, è diventato legge 77 del 17 luglio di quest’anno in cui risulta stabile, a seguito della sospensione dell’attività sportiva e dei danni che ne deriva da essa, Eravamo a conoscenza di tutta la società della possibilità di concordare con la comunità proprietaria il ripristino delle opportune condizioni di equilibrio economico e finanziario, ivi inclusa l’estensione della concessione entro il limite di tre anni, per recuperare i fondi perduti ed ammortizzare eventuali investimenti. Toccherà poi un funzionario comunale, individuale dall’Amministrazione, valuterò l’effettivo pagamento del saldo finanziario dell’impresa improvvisa nella stagione 2019-2020 o nell’anno solare 2020, mediante un fra i bilanci raffronto dei due anni pres a riferimento.

Add Comment