MotoGP, continua Pecco Bagnaia sfortuna: “Non sappiamo correremo”

Pecco Bagnaia è arrivato in Argentina per dare un ritorno a questo inizio di tappa della MotoGP in cui ha conquistato 1 punto in 2 stazioni. Ma dovrà attendere almeno un altro giorno prima di scatenare sul tracciato del Rio Hondo i cavalli della Ducati Desmosedici GP22, in seguito al piacere che ha interessato il traghetto cargo aereo per Mumbasa. A bordo anche il container del team ufficiale Ducati e dei satelliti Gresini Racing e il VR46.

weekend motogp in dubbio

Il programma del Gran Premio d’Argentina è stato modificato a causa di un problema tecnico che ha paralizzato i trasporti in Kenya. Pecco Bagnaia non è sicuro di farlo sabato la Rossa, non un Venerdì per consenso annullato alle case di arrivare sul circuito argentino. “Dovremo aspettare per vedere se correre sabato, perché non è certo che il carico si riceverà in tempo”. A causa di problemi tecnici e della datata Losail, per lui è stato difficile per Lombok, fortuna e gioia continuano nel box Ducati.

Nella peggior ipotesi il weekend di MotoGP verrebbe annullato o spostato un dato da destinasi. “Spero tanto che se posso correre, perché una gara in meno farebbe ancora di più la differenza”, ha aggiunto il vicecampione del mondo che se si ritrova già a -29 punti dalla testa della classifica. “Al momento è la più grande incognita, questa gara potrebbe essere recuperata più avanti, non lo sapevamo ancorato, sicuramente ho inserito il domani ci faranno sapevamo qualcosa accadrà“.

Bagnaia freme per il riscatto

Sarebbe bello se il Gran Premio d’Argentina arrivasse in tempo se non fosse dovuto al suo intenso lavoro ed emozione. Per Pecco Bagnaia non ci sarà tempo di testare nuovi componenti e dovrà concentrarsi solo sul setting della gara. “Sarà importante iniziare subito bien e rimarere molto concentrati. Per fortuna una cosa del genere non ha successo, è un brano come Austin, che richiede molto lavoro. Qui è un circuito abbastanza simile a quello dell’Indonesia, sia in termini di layout che di assetto della moto. Non mi sento felice, mi dispiace per il lavoro della tariffa, sono convinto di essere grato per il lavoro svolto da Mandalika e starò bene“.

Bisognerà fare i conti condizioni dell’asfalto, dal momento che negli ultimi due anni non si è gareggiato Termas de Rio Hondo, a causa della pandemia di Covid-19. “Al momento l’asfalto è quasi marrone per via dello sporco. In queste condizioni è sempre meglio non provare a cucire troppe, ma danneggerò la moto oltre a chiudere il più possibile la guida. Non sarà un weekend facile perché non avremo molto tempo per lavorare“.

Add Comment