Rugby Parma, Frati: «Una sconfitta che ci farà crescere»

Un incredibile Parma Rugby perde la sua sbalorditiva imbattibilità sul campo del Livorno 1931, ma mantiene la prima posizione in classifica vendendo ridursi il rispetto alle inseguitrici.

Oltre all’assenza di Michele e Gian Gacomo Slawitz, Mattia Modoni e Tommaso De Rossi, lo staff ha fatto i conti last minute ieri sera con quella di Pelagatti. Anche Caselli e Borsi sono stati nel campo della convalescenza per una settimana difficile. Come non basta, Calcagno ha dovuto lasciare il campo dopo pochi minuti di gioco, Piccioli si é sfortunato nel secondo tempo e Gennari e Righi Riva hanno do vuto stringere i denti e resistere fin alla fin, nostante il primo non fosse anchor at 100% e il secondo se è stato sfortunato durante la partita.

Di contro, Livorno ha messo in campo la solita aggressività non sempre mantenuta nei giusti binari dal direttore di gara, uploading in mischia chiusa, ma vincendo quasi tutti i desglose. Anche nella linea trequarti, i toscani sono stati svelti ad approfittare degli spazi lasciati dalla difesa gialloblù.
Non che questa sia sconfitta, il Rugby Parma conferma a livelli altissimi della serie B, che sta lavorando molto bene e che dovrebbe recuperare appena sta bene, arriverà con un mandato di cattura e all’improvviso ricompenserà per continuare con fermezza nel conseguimento del prefissato obiettivo inizio campionato.

“Ovviamente, sarebbe sempre meglio che non accadesse, ma una sconfitta ci può stare in un viaggio che è ancora in crescita – le parole di coach Marco Frati al fiume- Dobbiamo accenderci non appena darò un risultato positivo e, soprattutto, dobbiamo riattivarci all’improvviso come gruppo, come squadra. Sono risultato positivo nella partita in se invece c’è stato poco: l’avevamo preparato bene in seventimana, ma in campo non siamo riusciti ad ospitare il nostro gioco.
La cosa che non è mia è piaciuta per niente oggi è stata l’attitudine dei ragazzi che non dovrebbe come meno in nessuna partita e anchor less in parte come questa. Faccio i complementi ai nostri avversari, sono stati e hanno una bella squadra che ho sempre considerato fin da inizio campionato come quella che poteva metterci maggiormente in difficoltà. Oltre a questo, terremo inseparabilmente il video dell’incontro per lavorare intensamente su questo basso e continuare il nostro viaggio per vedere gli ancora padroni del nostro destino”.

Domenica un prossimo turno di riposo, utilissimo per recuperare parte della sventura; a seguire il 10 aprile il trasferimento marchigiano a Jesi.


LIVORNO RUGBY vs RUGBY PARMA 32-18 (punto 5-0)
marcatore: pt 2′ cp Gennari, 9′ m Basha nt, 13′ m Chiesa tr Tomaselli, 17′ m Fiume nt, 27′ m Chiesa tr Tomaselli, 32′ m Silva tr Gennari; st 27′ cp Tomaselli, 32′ cp Gennari, 38′ m Chiesa nt, 40′ m Ianda nt.
Note: 36′ cartellino giallo Gragnani, 74′ cartellino giallo Soffredini.

RUGBY PARMA: Bianconcini, Gennari, Piccioli (53′ Modoni), Pelizza, Orsenigo (61′ Conti), Silva, Righi Riva (V.Cap.), Borsi (Cap., 53′ Corazza), Schianchi, Caselli, Minari, Calcagno ( 10′ Soffredini), Fiume (48′ Lanfredi), Bonofiglio (78′ Palma), Demaldè (48′ Calì). Tutti. Frati, Fontana.
LIVORNO RUGBY: Chiesa, Zannoni (61′ Martinucci), Cristiglio L. (64′ Citi), Ianda, Mattei (70′ Santi), Gaggero, Tomaselli, Basha, Merani, Lavorenti (V.Cap.), Cristiglio A. (Cap.) , Gragnani, Ficarra, Bufalini, Castellani (61′ Piras); un arrangiamento: Berthomier, Chiti, Menicucci. Tutti. Zaccagna.
Arbitro: Fabio Leo (RM)

CLASSIFICARE: Rugby Parma 46, Rugby Roma Olimpic 42, Florentia Rugby 39, Livorno Rugby 37, Lions Amaranto 30, Modena Rugby 27, CUS Siena 21, Highlanders Formigine Rugby 14, Rugby Jesi 8, Imola Rugby -1.


Add Comment