Sonny Colbrelli dimesso dall’ospedale: le sue condizioni

sonny colbrelli è stato dimesso oggi dall’ambulatorio cardiologico dell’Università di Padovadov’era ricoverato da sabato scorso in seguito all’arresto cardiaco che ha colpito lo scorso 21 Marzo durante la prima tappa di Catalogna Twist171 km con partenza e arrivo a Sant Feliu de Guixolsnella quale se fosse piazzato secondo dietro all’australiano miguel matteo. Trasporto immediato all’ospedale di GironaSonny pochi giorni dopo è stato trasferito a Padova.

Accurati esami clinici cardiovascolari a Padova per Colbrelli

Il 31enne nativo di Desenzano del Garda è stato sottoposto a esami clinici cardiovascolari coordinati dal docente Domenico Corrado, direttore dell’Unità di Cardiomiopatia Genetica e Cardiologia dello Sport dell’Ospedaliera-Università di Padova, centro italiano di eccellenza per la diagnosi e la cura delle cardiopatie aritmogenetiche. E’ stato segnalato da Bahrain-vittoriosola rosa dei corridori lombardi.

Impiantato un defibrillatore sottocutaneo a Colbrelli

Sulla base dei risultati di questa domanda, secondo lo staff medico della squadra, il trionfatore dell’ultima Parigi-Roubaix Giovedì Scorso ha presentato un intervento per il trattamento di un defibrillatore sottocutaneo, che è perfettamente corretto. Quella parole del professor Corrado.

“A Padova l’atleta è sottoposto a una valutazione clinica, genetica e di imaging completa per identificare la causa dell’aritmia che ha portato all’arresto cardiaco e la terapia adeguata. La decisione di installare un dispositivo salvavita è stata condivisa da Colbrelli, che aveva un ICD sottocutaneo (il defibrillatore, appunto, ndr). Il dispositivo funziona per correggere il ritmo del cuore, è necessario in modo quasi estremo”.

Continuazione della portatrice a fortissimo rischio da parte di Colbrelli

Colbrelli, avendo conosciuto il Bahrain-Victorious, proseguirà la riabilitazione in casa per garantire privacy e tranquillità alla propria famiglia. Ma l’attività agonistica in Italia, così como accaduto al calciatore danese ex Inter Christian Eriksen, che è stato costretto a ricominciare a giocare all’estero (premium with il watford e poi con sua nazionalenella quale ha addititura segnato obiettivo dovuto), non acconsente ad aver installato un defibrillatore sottocutaneo, perché il proseguimento del portatore Colbrelli è un grosso punto interrogativo.

OMNISPORT

Add Comment