McLaren delusa, Seidl mette in discussione il progetto MCL36 – Notizie

Di questa nuova era imboccata dalla Formula 1 si è detto come avuto una interpretazione dei versi determinata dalla convergenza tecnica. E come alcune squadre da state prese in contropiede soluzioni sbagliate. Dopo due gare fatti parlano a favore dell’idea sviluppata dalla Ferrari, quelle coltivate in Red Bull.

Un buon risultato è stato ottenuto anche dalla Haas, l’Alfa Romeo. Bocciate, all’alba del mondo, Mercedes e McLaren, anchor di più Aston Martin.

A Woking non si nascondono le difficoltà, Andreas Seidl lo ha evidenziato e ha detto di un banco di prova per l’intera squadra. La McLaren riduce la serie dei campioni in continua crescita, e recupera dopo anni di buio e difficoltà. Il 2022 se si è aperto con la prova di Barcellona e impressioni favorevoli. Impressioni fuorvianti, emergono subito in Bahrain, a causa di problemi gravi di affidabilità sull’impianto frenante e un MCL36 incapace di compiere il progresso visto dagli avversari.

Recupererò i benefici richiederà tempo

“Semplicemente non abbiamo prestazioni sufficienti. Non c’è un’origine specifica, la macchina funziona e la base è buonaperò ci manca semplicemente il vestirsi.

Non mi aspetto miracoli, non è facile raggiungere il livello dei nostri avversari. Ci vuole del tempo e dovremo avere pazienza.

Sappiamo di avere un problema fin dall’inizio Per quanto riguarda le prestazioni, è il punto migliore su cui ci stiamo concentrando. Lo sviluppo negli ultimi 3 anni è un aspetto molto valido. C’è sempre il stato il sole a splendere sul team, adesso siamo messi alla prova, saper gestire una tale situazione“, commenta Seidl in una rivista automobilistica.

McLaren dopo imminenti sviluppi e radicali novità

Quanto alla sospensione anteriore a tirante, non ha brillato per particolari innovazioni aerodinamiche, la MCL36 vista in bella azione. Il team principale sottolinea la mancanza di supporto per risolvere e discutere il concetto aerodinamico alla base del progetto.

“Siamo completamente focalizzati sull’estrarre quanta più prestazione possibile dalla MCL36, Continuiamo con tutti gli sviluppi che obiettivo già programmato. Così poter ottenere miglioramenti sul breve periodo. allo stesso tempo stiamo conducendo un’importante analisi dell’intero concetto aerodinamico, dado. Discussione che porteranno sviluppi, in McLaren così come in Aston Martin, che potrebbero imboccare direzioni radicalmente diverse, con un riferimento all’equilibrio aerodinamico oggi definito dalla Ferrari F1-75, continua dalla Red Bull.

Add Comment