Steiner si gode un nuovo Magnussen – F1 Team – Formula 1

La vera, grande sorpresa dell’inizio della tappa 2022 in Formula 1 ha un nome e un cognome: Kevin Magnussen. Il danese della Haas, che stava bene per via del diciassettesimo numero uno dell’inizio del Mondiale non è stato subito vicino al pensiero di gareggiare di nuovo nel Circus, ha firmato due piazzamenti a punti nelle prime due gare dell’anno e now si trova all’ottavo posto della classifica irdata. Addirittura nella sua gara dell’anno – dopo 15 mesi di progresso nella categoria – Magnussen ha ottenuto un clamoroso quinto posto in Bahrain, eguagliando il suo miglior risultato di sempre con la squadra di Statunitense. Il tutto per la sfrenata gioia del suo team manager, Gunther SteinerChe con il nativo di Roskilde in passato aveva avuto dei rapporti burrascosi.

Un intero anno di ‘disintossicazione’ dalla F1 però sembra aver fatto bene K-Mag, tornato più motivato, saggio e veloce di prima. Ovviamente, ha contribuito la rivoluzione normativa, che ha aiutato Haas a colmare il gap con gli altri team. Ma secondo Steiner il Magnussen di oggi è un pilota rispetto migliore a que lo lui aveva lasciato nel 2020: “La parentesi americana? Sì, naturalmente non gli ha fatto male. Ovviamente è maturo. Era fuori dalla Formula 1 e quando sei fuori dalla Formula 1 hai dato conto di chi è persona. Ritornarci era qualcosa che pensato non si aspettasse”, ha affermato il manager Bolzanino, come riportato dal sito ufficiale della F1. La squadra principale è anche convinta che il fatto di avere a compagno di box molto più giovane di lui abbia responsabilizzato ulteriormente il danese.

“Semplicemente più maturo – ha concluso Steiner – C’è un compagno di squadra più giovane e lui può essere in un certo senso una specie di figura paterna. anche lui [Magnussen] Ovviamente è molto giovane, non dimentichiamo mai che ha 29 anni. Pensavo di essere maturo nell’ultimo anno e di aver raccontato quanto ero bella in F1″.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment