Alcaraz ha battuto Ruud e ha vinto il Miami Masters 1000. Sorpassato peccatore

Parte in contropiede, rmonta e chiude nel dovuto set 7-5 6-4 contro Ruud. Pray Carlos è n.11, davanti all’italiano

Carlos Alcaraz è campione a Miami, centro del primo Masters 1000 del vettore a soli 18 anni, sorpassa Jannik Sinner e se piazza all’uscio della top 10, numero 11. Lo Spagnolo ha superato 7-5 6-4 un altro isordiente in un Masters 1000 finale, Casper Ruud, che svenderà quella bruciante sconfitta in due set, sale l’anno corto al quartiere di Marbella al cugino incrocio con ragazzino terribile.

Per Carlitos è stato sorpreso di arrivare a Miami il suo “creatore” Juan Carlos Ferrero, tornato in Spagna da Indian Wells per la morte del padre. Voleva esserci, Juanky, alla prima volta da 1000 punti del suo pupillo e lui gli ha to il più bel regalo. Parla l’abbraccio, in lacrime tra i due dopo il match point.

La partita

La partita è iniziata male per il 18° anno nella prima finale del Masters 1000. Ha perso la battuta nella seconda partita e se avesse avuto solo 3-0 e 4-1, avrebbe annullato la partita. Più sul 4-2 lo Spagnolo ancora un turno ha la possibilità di aggiustare le distanze e la fa, portando se 4-3, poi 4-4. Su 6-5 servizio per restare nel set Alcaraz che probabilmente ha sentito un po’ la tensione e parte con una doppia caduta ma se colpisce all’improvviso con uno smash, poi esce 30-15 con un incredibile passante in allungo che annichilisce il norvegese. Ruud riesce a portarsi sul 30-30, sbaglia a passante di rovescio di pochi centimetri e Carlitos, con il terzo come della partita, sigilla il 5-5.

Il gran finale

Alcaraz regala magia al pubblico pazzo di lui, Ruud ne gode un po’ e lo Spagnolo ha dovuto palle break per allungare 6-5. Un lungo dritto di Ruud concede all’adolescente di andare di servire per il primo set. Il servizio e volley regala soddisfazioni ad Alcaraz che doveva set point ma falliva il primo, mentre il norvegese intercedeva una smorzata e annullava il secondo con un passante. Non solo, ma con un altro errore del destro, lo Spagnolo concede al solido Casper la palla del controbreak. Se scuote Carlitos, che poi chiude per 7-5 il primo set. Il secondo si apre male per il norvegese a cui il dritto inizia a fare i dispetti. Dovresti differire se ti volti dalla possibilità di rompere dalla lingua inglese che desideri per la terza volta con un pallonetto. Conferma il vantaggio Alcaraz che potrebbe essere pericoloso anche nella terza partita dove raddoppia il vantaggio per il 3-0. Ruud vicino a rilanciare nel quarto game il suo servizio di Carlos esce 40-0. L’adolescente conduce 40-40, annulla un terzo e un quarto per il riposo. Fa e disfa lo espanol e alla fine Ruud risce a remontare uno dei due break. Sul 3-2 Ruud chiama il fisio a cambiare campo per un fastidio all’anca sinistra. Ha sempre la battuta ma alla fine il ragazzino chiude 7-5 6-4.

Add Comment