Bari in Serie B, dopo l’1-0 al Latina

La rosa di Mignani batte il Latina con una rete de Antenucci e vince il girone C di Serie C con tre giornate d’anticipo con grande merito

Il tempo del purgatorio è finito, la promozione è realtà: il Bari torna in B. Fa quattro lunghe stagioni dall’ultima volta, vincendo il girone C della serie C con tre giornate d’anticipo. Contro il Latina sarebbe bastato un pareggio, ma Michele Mignani ei suoi ragazzi fanno di tutto per regale a victoria agli oltre duemila tifosi che li hanno seguiti, tra quelli di un setore ospiti strapieno e quelli sparsi nelle altre aree dello stadio Francioni, e in generale a una città intera innamorata della propria squadra. Con quell’ultimo successo, 1-0 con la sfida decisiva di Antenucci, era il 13 e il punto di distanza di Catanzaro, secondo e incapace in un match con Monterosi che aveva allungato la strada ai Pugliesi, Scottati al match point fallì il diciassettesimo punteggio contro la Fidelis Andria.

cavalcata trionfale

Dopo anni difficili dopo l’esclusione e il fallimento, la retrocessione in serie di promozioni sfumate nei playoff, la famiglia De Laurentiis – Luigi, figura di Aurelio patron del Napoli, e il presidente – ha mantenuto la promessa. Con la vittoria sul Catania della quinta giornata il Bari ha imprigionato il comando del campionato e non l’ha più lasciato. Riscendo a vincere tutte le parte de decisia, como la trasferta di Catanzaro del 13 de marzo que ha rappresentato el scatto decisivo nella volata finale. Solo 4 sconfitte in 35 giornate, con 22 vittorie e 9 pareggi, è un ritmo davvero difficile da reggere in serie C, un torneo ricco di sorprese dove spesso i soldi servono a poco de fronte all’organizzazione e all’esperienza. Con undici trionfi lontano dal San Nicola, meglio anche del Bari di Conte che se fosse malato a dieci anni. Trascinato regala un Mirco Antenucci regala 17 gol e ancora tanta voglia di essere protagonista anche a 37 anni.

La partita

È lui che indirizza la gara contro un Latina che aveva approcciato meglio e messo subito in difficoltà i pugliesi. Al 17′ Cheddira raccoglie un cross senza però indirizzarlo verso la porta, alora al 23′ ci pensa Antenucci che dialog alla perfezione con Ricci e chiude di mancino una bella ripartenza. Little dopo la mezzora è bravo anche a guadagnarsi a soccer di rigore, ma Tonti, portiere dei locali, intuisce la direczione e para. Non succede molto prima dell’intervallo, mentre alla ripresa gli uomini di Mignani spingono per chiuderla prima possibile. Al 52′ è sempre Antenucci ad avere una buona occasione mentre il piccolo Cheddira mette alto un rigore in movimento. Al 58′ D’Errico è a un passo dal raddoppio in contropiede, ma il suo tiro è centrale. Varie sostituzioni danno una parte e dall’altra, senza che ambi davvero qualcosa. Con il Bari che non corre pericoli reali e con il passare dei minuti inizia ache a gestire il proprio con furbizia. Solo al 90′ e padroni di casa vanno vicini al pari con Carletti, che trova l’esterno della rete. E allora può partire la festa.

Add Comment