MotoGP Argentina, storico primo trionfo Aprilia! Aleix Espargaro Batte Martin

Al terzo arrivo della stazione di Termas de Rio Hondo, vittoria dello Spagnolo di Noale davanti al connazionale ea Rins con la Suzuki. Bagnaia rmountain con la rossa ufficiale fine al quinto posto

Giusto Ferronato

– sorgenti termali (argentina)

Aleix Espargaró ha vinto il GP di Argentina MotoGP, terzo prima del Mondiale 2022. È una vittoria storica perché finalmente è anche il nome Aprilia nel cast del caso che ha conquistato una vittoria in MotoGP. Lo spagnolo è arrivato con autorevolezza davanti alla Ducati Pramac di Jorge Martin e alla Suzuki di Alex Rins. Quarto Joan Mir con l’altra Suzuki, quinto Francesco Bagnaia con la Ducati ufficiale. Nessun post di Marco Bezzecchi, mentre decimo Enea Bastianini con il Team Gresini Ducati.

Martin partito bene

Allo start partenza a fionda di Jorge Martin, che con la sua Ducati ha staccato Espargaro e Marini. Poi Pol Espargaró davanti a Rins e Vinales. Bastianini e Bagnaia sono stati improvvisamente portati al decimo e undicesimo posto. Per fortuna Andrea Dovizioso, che è stato rimosso quasi all’improvviso per un problema tecnico. Il ritmo di Martin e Aleix Espargaro è stato improvvisamente più alto di quello della concorrenza: alla 4° curva Pol Espargaro è stato battuto a 1”3 dal primo due. In difficoltà l’iridato leader Fabio Quartararo, intruppato in dodicesima posizione. La gara ha perso al 6° giro Joahnn Zarco, scivolato in curva 2, mentre Bagnaia ha nel frattempo recuperato altre posizioni portandosi all’ottavo posto. Martin ed Espargaro sono stati imprigionati in 10 giri 2”3 dalla Suzuki di Rins, anche se aprile ha iniziato ad accusare qualsiasi problema e ha contattato il leader Ducati. Dietro di loro Bagnaia si è fatto sotto y ha spinto Vinales ad attacke e passare Marini, per testa raggiungere Mir, Pol Espargaro e Rins. Al 13° giro Bagnaia ha rotto anche l’indugi e se lo è liberato da Marini.

scaduto pol espargaro

Al 15° turno nuova eliminazione di un protagonista: si è ritirato Pol Espargaro por una scivolata. Martin e il fratello dell’Aprilia erano rimasti incollati al comando, seguiti da Rins a 1”7 e Mir a 3”8. In difficoltà Bastianini, era lungo in curva e aveva ulteriore terreno alla 16a curva. Dunque dullo a due por la victortoria? Al 18° giro Espargaro ha provato a bypassare il suo rettilineo d’arrivo ma non ha portato a termine la manovra, andando lungo in frenata e permettendo a Martin di saltare alla sua prima curva a destra. Al 20° giro, nuovo attacco di Aleix e nuova staccata di Vincente di Martin, che in staccata ha ancorato il meglio. Dietro di loro si è fatto piano piano sempre più vicino Rins con la Suzuki, mentre Mir e Vinales a 3 e 5 secondi sono risultati tagliati fuori.

attacco decisivo

Dopo due tentativi fallito, ma, al terzo Espargaro è stato costretto a completare il sorpasso al 21° giro in curva 1, portando il comando a 5 giri alla fine. Questo è l’attacco decisivo, la potenza del motore di Noale e la voglia di portare a casa il weekend perfetto non hanno fatto il resto, ma Martin non conosceva possibilità di contropiede. E inizia la festa dell’Aprilia.



Add Comment