MotoGP, Bastianini in montalità rmonta: “Siamo ancora fuori strada”

Per il leader del Mondiale MotoGP Enea Bastianini non è un sabato da ricordare quello del GP d’Argentina. Il resto del weekend a Rio Hondo è stato il maschile, con il Gresini Racing team solo insieme VR46 a dover attendere le 4 del mattino prima di poter aprire le casse con i materiali provenienti da Mandalika. Non è una giustificazione, del resto la prima fila di Luca Marini spezza l’alibi. Mail ritardo dell’aero cargo ha sicuramente influenzato il suo lavoro nel box della Squadra Satellite della Ducati.

Qualifiche sfortunate di Bastianini

11° tempo al termine della prima sessione dei test di rilascio MotoGP, solo 16° nelle FP2. La ‘Bestia’ è entrata in Q1 con la sua Desmosedici GP21, ma non è possibile concentrarsi sulla Q2 di 43 miglia. Ad avere la meglio le Honda di Espargarò e Nakagami. Il pilota romagnolo però scatterà dalla 12esima posizione in griglia dopo il penali inflitto a Jack Miller. “Questa non è una giornata no, non siamo disposti a buttare via il nostro potere, abbiamo molti problemi e non abbiamo molti arresti volte. Ho fatto pochi giri, peccato. Anche quando ho iniziato a fare sul serio, sto meglio per ogni millesimo qualche, sia nelle FP2 che nella qualifica. Purtroppo la fortuna non è stata dalla nostra parte“.

Ai box della Ducati Gresini se si lavora in vista del warm up (15:20 ora italiana) per provare a migliorare le sensazioni del layout argentino. Al vaglio di Enea Bastianini telemetrie dei suoi colleghi di marca che sono balzati in prima fila dopo le qualifiche. “Dobbiamo capire cosa fare per migliorare un po’ il mio sentimento, ma credo que alla fin eravamo abbastanza veloci, ma non era abbastanza per stare davanti. Siamo ancora fuori strada, non abbiamo ben chiaro il quadro della situazione. Manterremo la data di Jorge Martin e Luca Marini che sono stati molto veloci – Hammesso Bastianini –. Stanotte spero che se dormirà, lavorerei per fare una bella montagna“.

Errore di configurazione di ‘Diggia’

Sabato di MotoGP in una stanza ieri sera per il box compagno che guadagna la 20esima piazza sullo schieramento di partenza di Fabio Di Giannantonio. “Giornata tosta per noi perché abbiamo fatto un errore questa mattina. Ci siamo incartati a po’ da soli mantenendo le mie sensazioni meglio di tutte le condizioni della pista che stanno cambiando come durante le vacanze“. Nuove uscite di prova il pilota romano ha adottato un assetto modificato per la sua GP21 ed è costretto a dietrofront, riuscendo così a trovare un feeling migliore. “È un peccato perché abbiamo perso un po’ di tempo, ma dai alla fine ci sta… Sono errori da rookie. Fortunatamente, avremo 40 minuti di riscaldamento per goderci il massimo“.

Add Comment