MotoGP | Il GP Indonesia 2022 secondo Brembo | P300.es

Segui l’antepremium Brembo del GP Indonesia MotoGP 2022

Dopo un’assenza di 25 anni il Motomondiale torna in Indonesia, rispettando tutte le edizioni del 1996 e 1997 disputa Sentul questa volta si gareggia al Pertamina Mandalika Circuit. Secondo i tecnici Brembo che lavorano a stretto contatto con tutti e 24 i piloti della classe, rientra fra i circuiti mediamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 se ha merito su un indice di difficoltà di 3.

La sua storia questo novembre ha debuttato nel Mondiale Superbike perché l’indice di difficoltà è 4, che è più alto della MotoGP. Il tracciato è molto tortuoso, con un secondo tratto particolarmente veloce, poiché era rettilineo più lungo misurato appena 507 metri e ciò dovrebbe impedire di superare i 320 km/h.

Marchesini per migliorare in ogni francese

Anche per la stagione 2022 e chiudere in magnesio equipaggiamento forgiato Marchesini causa terzi delle moto presenti in pista in MotoGP, 8 team su 12: per l’antecedente sono disponibili le varianti a 5 razze a Sì e 7 razze, per il posteriore a 7 razze. Dal marzo 2000 Marchesini è un’azienda del gruppo Brembo con cui condivide la sede produttiva.

Tutti questi esmplari discendono da multiforging 3D a chiuso stampo e trattamento termico e garantiscono massima rigidità e minima inerzia. L’aumento di peso favorito dalla strada Marchesini favorisce l’accelerazione e la maneggevolezza e il cambio di direzione, come quando si entra in curva con freno stretto, quando si percorre una curva con rollio fine a 60° e quando si percorre la curva, sempre con la bici appoggiata.

Un freno in 7 curve di fila

In 9 delle 17 curve del Circuito Pertamina Mandalika, i piloti della MotoGP hanno utilizzato e frenato per un totale di 28 secondi alla curva, secondo valore del primo gol del campionato al Sachsenring. Per la Superbike il valore è massimo di circa mezzo secondo e la percentuale dei freni in funzione è la più alta, 31 per cento.

Dalla curva 3 alla curva 9 e ho pilotato la MotoGP se ho frenato solo per un giro, dalla curva 7 e per meno di 2 secondi, a dimostrazione dell’assenza di grande staccato in questo tratto. Ad un certo punto della pista, il peso della sua leva freno supera i 5 kg e il risultato è che il peso totale della forza viene pilotato dall’inizio della bandiera a scacchi ed è inferiore a 8,3 quintali.​

Meno 201 km/h in 4,4 secondi

I 9 freni del Pertamina Mandalika Circuit 2 sono considerati altamente impegnativi per freni, altrettante sono di media difficoltà e 5 sono leggeri.

La frenata alla prima curva è la parte più difficile del Gran Premio: ho visto la MotoGP arrivare a 304 km/h e rallentare a 103 km/h tramite una leva del freno da 5 kg. Per impostare la curva, i piloti hanno frenato per 4,4 secondi durante e mi sono qualificato per 223 metri con una decelerazione di 1,5.

Immagini di fonti e testimonianze: Brembo

Add Comment