Alonso, il giudizio è chiaro: la Ferrari può sorridere

Fernando Alonso racconta l’inizio della stagione e un confronto con Ferrari e Honda: il suo messaggio per aspettare la rossa

Un nono post e un ritiro: Fernando Alonso È iniziato così il mondiale 2022 di Formula 1. Lo Spagnolo ha dimostrato che una macchina più gareggia per l’anno, l’ancora del migliorare e dello scoprire.

Alonso © LaPresse

A confermarlo ancora portata e quattordici punti a casa dal compagno di squadra O con con un settimo e un sesto posto. Risultati che per il pilota della Alpino Dimostriamo che la squadra è sulla buona strada, anche il momento più importante per l’andamento della tappa: lo sviluppo della vetura. E’ ormai chiaro che chi riuscirà a migliorare gli aggiornamenti delle monoposto, avrà ormai dei vantaggi dal punto di vista competitivo.

Alonso spiega anche che poi fa anche un paragone con il ferrari che fa ben sperare i tifosi della Rossa. Sullo sviluppo lo spagnolo dice: “Sarà importante lavorare sodo in fabbrica in modo che i nuovi componenti possano essere introdotti il ​​prima possibile. Tocca a noi sviluppare l’auto più rapidamente possibile“.

Alonso, la missione: “Ferrari e Red Bull avanti”

Fernando Alonso 03042022

Alonso prosegue nell’analisi dell’inizio di stagione Alpino E se dicessi ottimista per il futuro, accadrà di nuovo”studia i problemi avuti nelle prime due gare e risolverli” per il continuum di campionato.

Intanto c’è soddisfazione per la power unit di quest’anno che per Alonso garantisce prestazioni importanti: “Siamo contenti delle prestazioni della power unit: abbiamo pensato di potercela giocare con i migliori. Abbiamo potuto sfidare altre vetture in rettilineo sia a Jeddah che in Bahrain“. Questo però non significa essere i migliori, anzi lo spagnolo sa che davanti alla Alpine ci sono almeno due scuderie: “io motori di ferrari educare fionda Sto ancorando un po’ più avanti, ma la Renault è lì“.

Io stesso Alonso Si è evidenziato in questa fase un aspetto non secondario, in particolare con il cambio di regolamento: l’importanza della squadra satellite. “Ci manca una seconda squadra di rinvio – ha accettato – ma i dati sono incoraggianti“. Come sempre sarà il brano per raccontare la scuderia transalpina riuscirà ad inserirsi nella lotta al vertice.

Add Comment