Brindisi, il presidente Marino rimane sempre ottimista sulla stagione

Il presidente del Nuovo Basket Brindisi nuoto marino È arrivato al punto della situazione all’interno del suo club dopo la battuta d’arresto domenica contro lo scalpitante Varese nell’intervista concessa ad Antonio Celeste nel programma “Zona 85” la sua “Antenna Sud 85”.

qualsiasi errore. Sta succedendo quello che accade da 16 corrisponde a questa parte. Non dobbiamo dimenticare che nelle prime 8 giornate abbiamo fatto 7 vittorie con una sconfitta completando Trieste. Nelle restanti 16 partite invece abbiamo raccolto solo 8 punti. Ciò significa che qualsiasi errore è fatto in fase di allestimento della squadra e purtroppo la mamma di tutti i problemi riguarda l’aver voluto osare troppa fiducia nella pronta ripresa di Clark dopo un importante strappo muscolare. Purtroppo, dobbiamo essere più duri e cinici ma conoscendo il ragazzo e sua professionalità e il talento, abbiamo sperato tutti di poterlo rimettere in campo nel più breve tempo possibile. Questo non si è vero e da lì tutta la sua estagione è stata un crescendo di infortuni.

Modificare. Siamo partiti con 6 americani e ora sono rimasti solo Adrian – che è a mezzo servizio por un calo di forma per certi versi inspiegabile – e Nick Perkins. Sulla prey di Gentile non siamo stati molto fortunati perché purtroppo, due minuti dopo il suo problema Sassari, Alessandro ha scalfito un’importante scavigliata e continua ad avere questa caviglia. Credo che nove giocatori su dieci con la caviglia in quelle condizioni sono disponibili a casa per pensare alla prossima e mentre lui è in palestra per cercare di rendersi disponibile al più presto.

Speranza playoff o preoccupazione per la retrocessione. Dobbiamo parlare di tutte e due perché ci mancano 2 punti per essere più che tranquilli, perché come ci mancano 6 punti per poter entrare nella griglia dei playoff. Sembro ottimista, lo ero meno per la partita di Napoli quando ho parlato molto con i giocatori perché non abbiamo offerto un bellissimo spettacolo. Ma con Varese, magari con una rotazione in più e con Clark o Gentile dà mettere il suo Keene probabilmente il risultato sarà diverso.

La Nuova Arena. Dal momento che il sindaco di Rossi ha sottolineato, a Milano dopo 3 anni hanno strappato il progetto e stanno ripartendo ancora per lotteria San Siro. Noi dopo tre anni siamo a pochi mesi dal piazzare la prima pietra. Lo stato dei ritardi sia durante il periodo amministrativo che finanziario ma con un sistema bancario così ingessato come quello attuale non è facile provvedere immediatamente a rilasciare l’autorizzazione per la realizzazione di una costruzione così importante. Nel giorno in cui poggeremo la prima pietra, in 18 mesi consegneremo la struttura alla città. Di questo siamo certi e stiamo lavorando per questo.

Add Comment