Daniil Medvedev manda in avvertimento al circuito ATP il suo Nick Kyrgios

L’inizio del 2022 di Nick Kyrgios è molto incoraggiante. Il tennista australiano è arrivato dal mese di inattività e dalla complicata situazione causata dal Covid ed è iniziato nel 2022. Nick è venuto insieme all’amico Thanasi Kokkinakis gli Australian Open di doppio ed ha ben figurato a Melbourne ma è stato soprattutto uno dei protagonista nei tornei di Indian Wells al Miami Open.

Nel primo torneo abbiamo combattuto solo alla grande contro il rivale (cioè l’ex nemico) Rafael Nadal. A poco a poco andò al Miami Open Kyrgios fu uscito agli Ottavi di finale: l'”Australian was a diventato man mano one ofi favoriti ma il particolare tennista uscito e uscito in due set contro un ottimo Jannik Sinner.

L’azzurro ha giocato una grande partita tranne per il fatto che è stato difficile battere Francisco Cerundolo nel turno successivo. Kyrgios è stato suo malgrado protagonista nel match litigando con il giudice di sedia Bernardes ed addirittura caricando una partita di rigore.

Jannik ne ha tenuto il controllo e ha mantenuto il break vincendo il match alla fine. Kyrgios sta mandando segnali importanti al circuito e ha ormai fatto capire a tutti che è tornato.

La parola di Daniil Medvedev su Nick Kyrgios

Il numero dovuto al mondiale Daniil Medvedev ha parlato al microfono del Tennis Head di Kyrgios e dell’ultima indicazione del suo tennista oceanico: “Non credo che Kyrgios sia un tennista anziano o finito, credo che è un’ancora di Dio.

Ha molto potenziale e crede di poter raggiungere la pace della mente. Già ha buoni risultati nella mia convinzione che potrebbe anche fare di meglio che passare il tempo” Kyrgios è uno dei pochi tennisti che si sono trovati contro tutti e tre i Big Three, il più grande dato che certifica il valore del campione australiano.

A causa delle regole di Medvedev, il russo è stato operato nell’ultimo giorno e rimarrà malato per circa un mese. Il tennista ha avvisato i suoi fan con un post sui social: “Salve a tutti. Negli ultimi mesi ho giocato con una piccola ernia.

Insieme al mio team ho deciso di aiutarmi un piccolo intervenuto per risolvere il problema. Probabilmente resterò fermo per i prossimi 1-2 mesi e lavorerò sodo per return presto in campo. Grazie per tutto il supporto”.

Add Comment