Osaka: “Terra battuta? Non sono intelligente, ho studiato e video di Nadal”

Naomi Osaka ha superato una secca sconfitta nel finale della WTA di Miami dalla nuova n.1 Iga Swiatek, con un ottimo torneo rimasto per la giapponese, arrivata da una fase di carriera tutt’altro che facile (era scivolata a n.77 prima dei punti conquistata Miami). Adesso arriva il rosso europeo, non necessariamente le condizioni che privilegia Naomi. Il suo aggressivo tennis non si sposa bene con la complessità del gioco su terra battuta, ricco di rotazioni e fasi tattiche. Per l’Osaka uno dei principali problemi a terra è una certa difficoltà, non tanto per la velocità, ma per l’appoggi. Per questo la seguente conferenza stampa seguente alla finale in Florida ha rivelato un programma particolare.

Arriva la terra battuta? Ok… Ho salvato la maggior parte del video di Nadal per guardarlo se ti muovidisse osaka. “Devo considerare la mia ancora da studentessa, devo continuare a stare in piedi. Terra ed erba, è qualcosa che voglio davvero affronare quest’anno. Sono disposto a fare tutto il necessario per ottenere buoni risultati. Non che i risultati siano tutto, ma voglio davvero fare bien, affronterò i prossimi mesi con un diverso atteggiamento”.

“Possibilità di vittoria? Non guado in campo da perdere, tuttavia non sono davvero così sicuro di poter vincere. Chiaramente, sono un esperto del territorio, ma sento che c’è bisogno di mettere insieme i pezzi e migliorare i movimenti, non essere principalmente competitivo abbastanza. Alla fine, sono cresciuto anche sulla terra verde qui da giovane (in Florida), quindi non dovrebbe essere così estranea al mio tennis. Sabalenka è venuto a Madrid quest’anno, che ha l’opportunità di darmi una buona tariffa. Devo solo mettere in campo la mia mentalità e sapere che ogni partita sarà una lotta”.

Marco Mazzini

Add Comment