Serie A, Verona-Genova 1-0: gol di Simeone, prima sconfitta di Blessin

Primo tempo dominato dall’Hellas, che ha colpito anche un bastone con Caprari. Nella ripresa i rossoblù, trasformati dal cambio, hanno sfiorato il pari con Piccoli

Dal nostro ha invitato Matteo Pierelli

Un format Verona extra lusso continua la sua corsa travolgente, che lo vede costantemente nella parte sinistra della classifica. Farne le spese è il Genoa di Alexander Blessin: il tecnico tedesco incassa la prima sconfitta da quando è in Italia, dopo otto risultati utilis. Un successo meritorio dei gialloblù che sono riusciti a capitalizzare il grande gol dell’ex Giovanni Simeone, raggiunto quota 16 reti: l’argentino aveva segnato anche all’andata. La squadra di Tudor, che sabato prima dell’Inter a San Siro, ha comandato fin dall’inizio la fine della partita e ha legittimato la grande sorpresa di questo campionato in cui ora è iniziato e 45 punti, quando mancano ancora sette partite: un traguardo di alto livello. Per il Genoa invece è arrivata la doccia fredda: con un successo hai raggiunto il Cagliari in quart’ultima posizione, invece il Grifone resta laggiù, anche se il tempo per rimediare non manca.

PENSO SIMEONE

Nel primo tempo il Verona è partito fortissimo, subito aggredendo i portatori di palla del Genoa. La rete che ha sbloccato la partita è arrivata dopo soli 5 minuti: palla geniale di Bessa per Simeone che in spaccata arriva palla assieme Vasquez e beffa Sirigu in uscita. Il Verona, a gran voce del pubblico ha malgrato la Curva Sud sia chiusa per i cori razzisti nella partita con il Napoli, non se si accontenta e la pressione continua. Caprari a sinistra è molto ispirato, Bessa quando ha la palla tra i piedi sa sempre cosa fare e l’Hellas al 22′ vacino al raddoppio: Tameze serve Caprari, gran destro a giro e palla sul palo: decisive deviazione di Sirigu. Poco dopo ancora Caprari, dopo un bel fraseggio con Lazovic, ci prova ma Sirigu fa buona guardia. Il Genoa del primo tempo è solo – o quasi – in una conclusione di Portanova controllata senza problemi da Montipò.

GENOVA STERILE

Nella ripresa Blessin è andato vicino a darmi una scossa ai suoi con i change. In effetti, l’ingresso di Yeboah all’inizio del secondo tempo ha dato un po’ di vedere in più alla sua squadra. Anche Amiri si è avvicinato al gol in difficoltà la differenza dal Verona, perché come Piccoli che a quarto d’ora dalla fine ha parato la palla del pareggio, ma l’intervento di Lazovic è stato provvidenziale. Poco dopo anche Galdames è stato pericoloso sulla destra, Ma Montipò ha fatto buona guardia. Il Genoa ha terminato la partita con grande intensità, ma gli è mancata la zampata in area: per la salvezza servire ritrovar la via del gol.

Add Comment