“Spero che questa festa non venga trasmessa all’estero”

Arrigo Sacchi si è espresso sul derby d’Italia sulla rubrica Gazzetta dello Sport. Sue considerazioni: “Spero che questa festa non venga dopo all’estero, perché il Calcio Italiano ci fa a gran brutal figura. Zero spettacolo, tanti falli, tante sceneggiate, poco sportività. Ma vogliamo capire che, se si gioca bene, a parità di pari di valori tecnici Se vinco?, sono contento di essermi incontrato alla ribalta, sono contento di divertirmi e di non guardare le sfide, chi è simile alle lotte dei gladiatori di duemila anni fa? è sembrato di assistere a una partita degli anni Sessanta. Ha grandi tempi di smarcamento, ma sono sempre improvvisazioni di stato. L’Inter, invece, mi è sembrata timorosa, molto chiusa. Allegri e Inzaghi sono duessimi tattici che aspettano l’errore dell’avversario o l’exploit del singolo per colpire. In questo caso i nerazzurri hanno apprezzato questa idea di calcio che non mi tocca. Credo che il calcio sia bellezza, divertimento, organizzazione, sacrificio, armonia. My dispiace perché sono le due squadre italiane che più hanno speso sul mercato e, di conseguenza, dovrebbero esse-re quelle più forti. Al Torino hanno avuto una bruttissima sconfitta in Champions League controllata dal Villarreal e che erano batoste che ci si por un bel po’ di tempo, nache se magari neanche te ne accorgi. I risultati negativi lavorare nella mente dei giocatori e rischiano di logorarla”.

Add Comment