BMW Italia e Olimpia, da 10 anni auto e basket a Milano

Cestino me auto sotto la Madonna. Il legame tra BMW Italia e Olimpia festeggia il decimo anno di un profondo e duraturo rapporto del Marchio con a sport reale chi rappresenta un’eccellenza sportiva non solo della città ma dell’intero Paese.

Una storia straordinaria, quella di Olimpia Milano, iniziata esattamente vent’anni dopo la nascita di BMW (1916 di BMW AG, 1936 di le scarpette rosse) e ciò che è stato visto in tempo reale è stato per celebrare un momento molto significativo in passato, come nel 2016 quando il BMW Group ha celebrato il suo 100° anniversario di storia e il suo 80° anniversario ad Olimpia.

Nella Casa della BMW nel centro di Milano, BMW e Olimpia Milano non hanno firmato con i media italiani per parlare del lungo viaggio fatto insieme, segnato da tanti successi e soddisfazioni. Protagonisti dell’incontro Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia, Christos Stavropoulos, Direttore Generale di Olimpia Milano, e Giampaolo Ricci.

Successivamente, una presentazione di Giovanni Atleti delle principali squadre di Milano e Provincia ha dato modo di dialogare con Paul Biligha e Davide Alviti, intervistati da Massimiliano Finazzer Flory, registratore, attore, scrittore e grande apprendista del basket e degli olimpionici milanesi.

Il rapporto di collaborazione tra BMW e Olimpia Milano prevede se una partnership commerciale che includa attività per la promozione di nuovi modelli, con una particolare attenzione a tutti i veicoli elettrici, se attività nei rapporti con i clienti, se l’equipaggiamento per la flotta di vecchie BMW X3 per la mobilità di giocatori e staff.

Sono così apprezzato che sono unico nel mondo del basket – ha detto Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia Come apprezzare il “fatica raggiungere fare”, rispettare la disciplina, soffrire, allenarsi assieme per un obiettivo; rispettare gli impegni presi; rispettare le regole, i compagni, gli avversari, l’arbitro, il pubblico. Noi, come BMW Italia sappiamo di essere appieno in questi valori. Perché per noi la passione, il lavoro di squadra, lo stil, il rispetto e la voglia di superare parte del nostro modo di lavorare e di operare sul mercato nella nostra società. Ma siamo uniti soprattutto dalla visione del futuro”.

La parola di Christos Stavropoulos

Il rapporto dell’Olimpia Milano con BMW va avanti di 10 anni: non c’è miglior modo per descrivere quanto questo matrimonio sia stato felice per entrambe le parti. Noi e BMW condividiamo gli stessi valori e le stesse ambizioni, tra noi c’è sempre stata grande intesa su come promoovere i valori e come raggiungere i nostri obiettivi. Inoltre, come club se siamo particolarmente sensibili al tema della sicurezza dei nostri tesserati. La presenza di un partner arriva in BMW che ti tutela sotto questo aspetto ed è motivo di tranquillità. In questi anni infine abbiamo anche scoperto un compagno di viaggio animato da grande passione per l’Olimpia e per la città di Milano”.

Il gruppo BMW esiste – ha proseguito Di Silvestre – Perché ha l’ambizione di muovere il corpo, il cuore e la mente. Stiamo vivendo un periodo di profonda trasformazione e ci stiamo godendo un nuovo campionato con concorrenti tradizionali, anche con nuovi moti. E vogliamo continuerà ad essere protagonisti. Noi abbiamo degli obiettivi di sostenibilità e circolarità. La “tripla doppia” con cui abbiamo segnato è 80-50-20, ma non è il risultato in doppia in termini di punti-rimbalzi-assist venuti a canestro, ma è un numero abbastanza importante. Sono il numero che indica quanto lo emetteremo entro il 2030. Intendiamo emetterlo per l’80% in fase di produzione, per il 50% utilizzato dai veicoli e per il 20% nella filiera”.

BMW arriva un quintetto sul campo

e lo faremo – ha concluso Di Silvestre – come l’Olimpia, attraverso il lavoro della squadra. Attraverso l’impegno di tutti e dei collaboratori del nostro punto vendita e del nostro rivenditore partner. Perché vieni in ogni vittoria finale, conta il lavoro di tutti. È necessario il tributo di ciascuno, fino all’ultima seconda. Va bene quando suona la sirena. Essere a fianco dell’Olimpia da dieci anni, testimonia che questa volontà di essere sempre protagonista, di tornare guarderò grandi traguardi e di essere determinata a raggiungerli. Iniziami!”.

Gli obiettivi del basket

l’Olimpia Milano nella scorsa stagione è arrivata alle Final Four di EuroLeaguela Champions League di basket e dentro scudetto finale. Al vertice in Europa e in Italia: conta di fare ancora un passo avanti.

Ultima modifica: 7 aprile 2022

Add Comment