Fuga dalla Red Bull, Ricciardo replica alle dichiarazioni di Horner – F1 Drivers – Formula 1

L’imminente ingresso con il Gran Premio d’Australia 2022 sta suscitando grande attenzione per il tifoso di casa, ancorato dall’unico pilota nella presentazione del Paese come Daniele Ricciardo, carico di disputare la terza prova del mondiale al volante della McLaren. Tuttavia, la veglia della tappa di Melbourne ha visto l’italo-australiano indirettamente al centro delle cure per alcune dichiarazioni rilasciate dal suo ex direttore della squadra alla Red Bull Cristiano Omeroil quale ha rimarcato como la scelta del 32enne di lasciare Milton Keynes, a fine 2018, fosse avvenuta con un tempismo “spettacolare pessimo”ridendo oltretutto “un’offerta stratosferica” avanzato allora dal management team.

In merito a queste affermazioni, Ricciardo si è offerto volontario di rispondere al manager inglese in una ‘intervista a tutti’araldo del solefarlo senza risparmiare una frecciatina nei confronti dello stesso Horner: “Ovviamente, il mio desiderio vincerà un titolo con la McLaren e dirò ‘Ti amo detto’ o forse qualcos’altro di simile – ha risposto – Guardo quanto sta bene quando questo non accade, poi probabilmente ci saranno molte persone che faranno riferimento a quella narrazione. Va bene così, non mi da fastidio. Sapevo anche che sapevo che quello era il momento di lasciare una grande squadra, e in quel periodo delicato che era la cosa giusta per me, non ero convinto”..

Al momento del suo ingresso in Red Bull, il team anglo-austriaco è tornato al successo arrivando alla prima tappa con Max Verstappen, con la vittoria che avrebbe potuto generare parecchio strappo da parte dello stesso Ricciardo, autore di ‘lasciar andare un ‘ Affermazione nell’ultimo GP d’Italia con il maggior numero di risultati ottenuti dal 2019 ad ogi: “Rimanendo indietro al mio passato – ha aggiunto – oggi non mi sono pentito della scelta e non ho pensato che avrei dovuto fare diversamente. Ora la Red Bull è tornata in vetta e sta lottando di nuovo per i titoli mondiali, ma sapevo che sarebbe successo. E poi non mi hanno mai detto ‘Resta perché la macchina è veloce’”.

VET | Alessandro Prada

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment