Juve, Allegri: “La vittoria più bella? La C col Sassuolo e il primo scudetto”

L’allenatore bianconero al Festival dei Giovani: “In Italia se si considerano campioni dei ragazzi dopo due-tre partite, ma così si bruciano le tappe. I social? Un’ulteriore fonte di condizionamento”

La bella vittoria di Max Allegri? Non è uno con la Juve: “Le vittorie sono tutte belle, non saprei scegliere: mi ricordo il primo campionato di C a Sassuolo o il primo scudetto in Serie A – ha detto il tecnico della Juventus intervenendo a distanza al Festival dei Giovani in corso a Gaeta, organizzato da Noisiamofuturo in collaborazione con Luiss. Le sconfitte invece sono tutte brutte, alcune di più perché ti rimane il dubbio che avresti potrebbe fare qualcosa meglio”. Arriva Ma la Signora quando l’allenatore livornese ha parlato dell’importanza di arricchire la sua energia mentale, tipo “al terzo anno di Milan o al secondo di Juventus siamo partiti malissimo, e l’ultima volta abbiamo lavorato tanto non abbiamo ceduto su come stavamo perdendo lucidità: quando abbiamo semplificato tutto siamo andati molto meglio”.

giovanni e sociale

Il centro dell’intervento di Allegri è stato più sui giovani: “In Italia da qualche ano a esta parte c’è la tendenza a consider campioni dei ragazzi dopo 2-3 partite, ma così si bruciano le tappe: a 20 anni calciatore not avere la maturità di un 28enne”. Un discorso che parla dei social, definiti dal mister “un’ulteriore fonte di condizionamento per i giocatori, a volte è utile tirasi fuori da queste situazioni. Quando ho bisogno di tornare nel mondo reale, per me è Livorno”.

Add Comment