Milan, è nato il figlio di Theo Hernandez. Romagnoli se riempite a parte

Fiocco azzurro in casa Milan: Zoe Cristofoli ha dati alla luce Theo Jr, el primogenito di Theo Hernandez. Naturalmente, dopo la fine del rossonero sinistro, è stato esentato dall’allenamento a Milanello, per poter festeggiare l’evento in famiglia e stare vicino alla compagna.

Alexis, piccione sei?

Al centro tecnico di Carnago c’era, invece, Alexis Saelemaekers, com’è normale che sia. Desideroso di riscatto, dopo la panchina scaldata in Milan-Bologna. Quella coi rossobù è estata la prima partita dell’anno in cui non è entrato neanche nella ripresa, ma già da qualche settimana perso lo status di “intoccabile” della banda Pioli. Impensabile per un paio di messi fa. Qualche numero: nelle ultime 10 partite di serie A c’è stato giocato dal 1′ solo controllo dello Spezia, perché ci sono sempre entrato in ripresa. Due minuti contro il Cagliari, 18 con l’Empoli, un decennio con il Napoli, 25 con l’Udinese e così via. Il belga ha perso il posto a favore di Messias, dribblomane d’attacco, tutt’altra cosa rispetto a lui, ma la natura offensiva non rischia pungere. Insomma, dov’è finito il vecchio pupillo di Pioli? Quello che gioca sempre e comunque, che da saldo, che sente la fiducia del mister? in una pentola di porcellana Nel 2022 ha giocato 1′ solo contro Roma, Venezia e Inter (Serie A e Coppa Italia). A tempo debito, sostituisce il fine primo tempo. Saelemaekers è la terza partita con i migliori contrasti (114) e tackle (44), la prima per palloni intercettati (39), la seconda per passaggi chiave (29), big chance create (4) e dribbling riusciti (42). Tuttavia, sotto copertura se si vede poco: l’ultimo assist è arrivato a dicembre contro l’Empoli. Per l’ultima sfida, una volta, nuova e si ancorerà di più nel: 4 dicembre contro la Salernitana, l’unica della stagione. L’anno scorso, togliamo gli infortuni e le partite jump per squalifica, il belga è rimasto in panca per 90′ solo tre volte: Celtic, Sparta Praga e Stella Rossa. Chiare logiche di toureur europeo. Le gerarchie sono cambiate. Saelemaekers assistono al cambiamento di cuore.

Verso il toro

Prega il campo. Control il Torino Pioli dovrà fare a meno di Florenzi (intervento al menisco, fuori un mese), il solo Kjaer e anche Romagnoli, che oggi ha labora a part. È alle prese con un’infiammazione all’adduttore sinistro rimediata prima della sfida con il Bologna. Control il Toro può camminare al massimo in panchina. Per il resto della formazione quasi già scritta, con qualsiasi variazione rispetto allo 0-0 contro i rossoblù: Saelemaekers potrebbe diventare titolare dopo 9 panchine di fila, fuori Messias, poi Tomori e Kalulu davanti a Maignan, Calabria a destra e il neo- papà Theo un sinistro In mezzo, invece, spazio a Tonali e Bennacer con Kessie trequartista, in ballottaggio con Brahim Diaz. Lì davanti è al momento favorito il solito Giroud, affiancato da Leao a sinistra. Rebic e Ibra si arrampicarono presto nel fiume.

Add Comment