Chi è Ange Capuozzo dell’Italia del rugby che ha cancellato il cucchiaio di legno- Corriere.it

hanno dato Domenico Calcagno

Il ragazzo italo-francese, di 70 kg di peso, arrivò nei nazisti: con l’ultimo pallone fece un gesto rivoluzionario. Per lui 35 minuti e all’ora

Quando tutti i semi sono finiti, la sconfitta numero 37 acquisisce inserisce un altro Cucchiaio di legno, Ange Capuozzo decide di non farloChe se posso ancora cercherò di ribaltare il destino di una partita e di un gruppo che non ha mai assaggiato il sapore della vittoria nel Sei Nazioni. Il ragazzo di Grenoble, dove il nonno approd dopo aver lasciato Napoli negli anni 40, capelli neri e 70 chili appena, 22 anni, raccoglie la palla a 60 metri dal traguardo e corri. Evita il placca primoggio, aggira senza difficolt un pilone, sede con una finta al terzo gallese ballando la sua linea laterale destra. Ange potrebbe proverò a tirare dritto alla mia sinistra Padovani che arriva sparato, gli passa la palla e il miracolo si compie. Padovani schiaccia in mezzo ai pali, Garbisi trasforma e si butta a terra con le lacrime agli occhi prima di essere sepolto dai compagni. L’Italia ha battuto Cardiff, 22-21, la serie nera spezzata gli azzurri piangono, ridono, si abracciano.

Il rugby un sport esatto, ma come dice Diego Dominguez si gioca con le mani, i piedi, la testa e il cuore. L’Italia sabato ha ragionato ed è diventato un grande cuore cos. È stato placcato, no si mai arresa, nemmeno quando Josh Adams ha piantato aver chiuso e ha proseguito con il suo gol a 10 minuti dalla dottrina. Poteva fare altro Capuozzo con quell’ultimo pallone, calcialo lontano e accontentarsi di una sconfitta nemmeno troppo pesonte. ma lui in Nazionale appena arrivato. Il settantenne ha esordito contro la Scozia: 35 minuti appena e due mete, sabato era alla prima da titolare e forse anche per questo ha fatto altro, gesto quasi rivoluzionario che ha portato l’Italia fuori da un tunnel che ha piantato non-dover finire maggio. Adams, il galese eletto uomo del match prima della azzurra goalAlla fine ha stretto ad Ange, gli ha dato una mancanza e la sua medaglia di migliore in campo: Oggi hai vinto tu, non io.

Sono molto felice per i miei ragazzi raccontava il ct Kieran Crowley. Il lavoro iniziato a giugno comincia a padovani ragionava pay. E mentre il ct dei Gallesi, il neozelandese Wayne Pivac, ammetteva che non si apettava un’Italia cos dura, ha toccato il capitano Michele Lamaro: Resteremo attaccati nel punteggio agli avversari, siamo rimasti al nostro piano di gioco perch abbiamo fiducia in quello che facciamo Non stata un caso la nostra vittoria. Infine Capuozzo: Non ho pensato di nulla a quell’ultima palla, tutto è successo molto velocemente, era come guardare in un buco nero. Non così accadr cosa, ma noi ci diamo inside per dimostrare di non essere una squadra morta. una grande gioia, dimmi che ti ho fornito un solo passaggio in trasportino.

stata un’Italia diversa quella di Cardiff. Tutta sostanza e cattiveria. Attenzione in difesa e nessuna scommessa, nessun passaggio inutile. Entrambi gioco al piede in pi, e pochi errori anche perché si sono presi meno rischi del solito. Il rugby che gli azzurri devono giocare: sacrificio e disciplina. E tutte le punizioni calciate in mezzo ai pali, non in rimessa laterale.

difficile dire adesso se a Cardiff born qualcosa. Il gruppo quella giovane e una victoria como di sabato pu re molte cose. Nella testa soprattutto. Il tempo di, por adesso godamoci un succes che suspender il dibattito sul che ci sta a fare l’Italia nel Sei Nazioni? e che mancava da troppo tempo, dal 28 febbraio 2015, quando ancora alla fin e ancora in rmonta l’Italia batt la Scozia. Siamo arrivati ​​​​​​qua con una scarpa e una ciabatta, nessuno credeva in noi disse allora Sergio Parisse, il capitano. Anche sabato nessuno crede negli azzurri. Anche sabato nessuno credeva che la corsa folle di Capuozzo ha concluso in gloria. successore Perch il rugby non solo o almeno non sempre muscoli e tecnica. Si gioca con le mani, i piedi, la testa e il cuore.

20 marzo 2022 (modificato il 20 marzo 2022 | 07:24)

Add Comment