il Tango Bourges festeggia, Venezia…mah

La formazione veneta ha perso la finale senza nemmeno giocarla, ed avendo alla fine quanto meno discutibili

Cos’hanno in comune il Tango Valencia e Bourges? il colore arancione. Lo stesso delle rivali storiche di Schio per la Re Venezia. l’arancia Francesi Hanno Travolto L’Umana nel finale di Eurocup Women 2022 di 74-38. Ancora a volta il tentativo di mettere mani a continentale trofeo per la squadra della laguna se è infrato all’ultimo atto. Ma se nella finale col Galatasaray del 2018 was stata la Difference canestri nella doppia finale a decidere e l’anno scorso con le spagnole a free shot ad un secondo daltermine, questa volta l’Umana non ha proprio giocato.

Non può e non deve esserci cronaca per una parteta che è durata dici minuti – 17 a 14 lì alla fine del quarto cugino – e dal punto di vista del puneggio forse 20 perchè a metà gara se fosse sul 38 a 29. Ma sul piano del gioco si è chiusa nel secondo quarto quando I ragazze di allenatore Olivier Lafargue Hanno giocato più volte il più 10 con una semplicità disarmante nel gioco offensivo.

Dalla preferita in assoluto incoerenza della difesa orogranata – La fine della stazione sfilata dalla fabbrica della squadra – non c’è stato uno contro uno, e non ho letto in anticipo la trama di Bourges.

Poi c’è la domanda del tiro da tre, 1 su 22 che fail 4.5% che chi scrive non ha mai se questi livelli. Poi ci sono i cinque punti segnati nel terzo quarto ed i 4 segnati nel quarto periodo di Giovanna Smorto, una che davvero non molla un pallone nemmeno sta giocando con sé stessa. Basti per tutto, il fatto che dei 38 punti messi a referto dall’Umana, 13 sono arrivati ​​​​dalla lunetta. Le altre giocatrici? Non pervenute, hai visto meno di 40 minuti del finale. Da non creere? Ecco il tabellino.

In piedi dopo il capolavoro della semifinale con il Mersin? Possibile. convinto che aver eliminato l’avversaria considerato più forte voleva dire una strada più facile verso la Coppa? Possibile. Ma deve esserci dell’altro per spiegare queto crollo, le facce con qualche sorriso di troppo negli ultimi due minuti. L’assenza di Francesca Pan? Insustituibile, gravissima per gli equilibri della squadra senza dubbio ma ormai la squadra ci coesiste dall’inizio della stagione. Ed alle francesi mancavano Yaciubou e Myem.

io paloni offerto alla Ndour che sembravano più por una Guardia che per una giocatrice della sua altezza. Il nervosismo con gli arbitrari sulla sirena – qualsiasi decisione è durata molto perplessi ma insomma una sconfitta di 36 punti non può essere imputata nemmeno alla peggior terna arbitralme – Gli ho protestato durante la premiazione – nel modo brutto di salutare l’anniversario dell’allenatore, ha segnalato un colpetto che è saltato all’improvviso e that has fatto male a tutti e tutte perché tutte e tutti sono ugualmente responsabili di questa brutta figura dell’Umana Reyer.

Due parole sul Bourges per chiudere. tre strani, Eldenbrink in Svezia, Hampton e Mann negli Stati Uniti e poi tutte francesi con la punta di diamante dell’incontenibile, devastating e beautiful da veder giocare Iliana Rupert, 20 anni, 194 centesimi, 25 punti con 12 su 16 dal campo e 8 rimbalzi. Una grande fisicità e una grande capacità di leggere la partita regala parte di tutta la squadra che ha festeggiato la seconda Eurocup, ancora a davanti volta al suo pubblico. E noi siamo fermi al successore di Beretta Famila Schio di coach Sandro Orlando dal 2008.

Add Comment