MotoGP 2022. GP d’America ad Austin, Marc Márquez: “Oggi è il mio gigante, alla moto penseremo noi” – MotoGP

Il pilota della Honda appare decisamente calmo nella sua veglia: “E’ stato un po’ difficile partire, ma un giro in pista sarebbe stato aggressivo, ma dovrò aspettare l’ultimo set. Non sarà facile entrare in Q2, la Ducati suonava forte sulla curva asciutta”

9 aprile 2022

UNustin – È a Marc Márquez decisamente più sereno rispetto a quello un po abbattuto visto ieri al convegno Stampa. La pista, come al solito, è la migliore medicina e la risposta è stata confortata dal pilota della Honda.

“Oggi è stato complicato iniziare: ho deciso di Lascerò aggressivo per dimenticare le ultime settimane. Sono veloce, sono vicino a una buona guida, sono vicino a tutte le squadre che erano la mia giovinezza: sabato penseremo alla moto e al GP”.

Con quale asset a sei partito?

“Esattamente quello della caduta in Indonesia. Domani pensa di trovare soluzioni diverse. Con questa pista ho sempre buone sensazioni, aiuto in sicurezza”

che cosaUesta è una pista molto fisica, come ti sei sentito e come ci hai pensato?

“Mi sento bien, ache per arrivare a poter fare la gara, mi devo limite, non posso spingere tutti i giri. Diventa un po’ complicato tirare forte, poi dover rallentare per riprendere fiato, ma sono obbligato a fare così voglio arrivare in domenica forma. Oggi ho solo vicino per capire le mie sensazioni, domani dimostrato per spingere di più. Non sarà facile entrare direttamente in Q2, ma la Ducati è stata troppo veloce sulla curva asciutta”

Come va con la vista?

“Quando sono entrato nel box ho detto alla squadra: non chiedetemi della vista, se ho dei problemi se lo dico, cerchiamo di lavorare come al solito. Non penserò a questo argomento”

Cin questa moto se usi più il posteriore rispetto a prima?

“Sì, è anche perché il dorso in gomma è molto importante. Per il mio stile di guida, il precedente per il momento è il punto di bolo, dobbiamo lavorare”

Add Comment