Motori 2026: Red Bull ‘svuota’ Mercedes, Aston Martin in coda per Audi – Formula 1

porsche me Audi Sono sempre più vicino ad ufficializzare l’ingresso in F1 dal 2026 in qualità di fornitore di power unit. Direttamente da Roma – sede della Formula E-Prix e questo weekend – il nostro Carlo Platella ha confermato l’approvazione al Circus del due brand del gruppo Volkswagen. L’arrivo di due colossi di questo calibro ha ovviamente incontrato in fibrillazione la squadra attualmente ‘cliente’ in F1 a livello di fornitura di motori. Fregiarsi della partnership con Porsche o Audi è sicuramente uno scenario emozionante per varie compagini, con la Red Bull in pole position per la partnership con Porsche. Non è un segreto che l’Audi avesse nella mirino McLaren, in quanto era assolutamente plausibile che parlasse della partnership con la Sauber, dato che l’Audi al momento dello slancio nel WEC di Le Mans ha utilizzato la galleria dell’evento di Hinwil , tutto progetto curato da Jan Monchaux, tecnico prega alla forza alla scuderia griffata Alfa Romeo.

Da non sottovalutare anche l’inserimento nella corsa ad Audi da parte anche dell’Aston Martin. passeggiata di san lorenzo, infatti, sembra ‘costretto’ a puntare alla casa dei Quattro Cerchi come piano-B. Il boss dell’ex-Racing Point, infatti, come primo obiettivo aveva rilevato il quartier generale già dalla Mercedes Brixworth dedicato alla realizzazione del power unit, teatro del quale discusso con il numero uno del gruppo Daimler Ola Kallenius. Secondo quanto riportato dalla testata tedesca Auto Motori e Sport Questo progetto di ‘scalata’ fa parte del verso di Lawrence Stroll, la struttura Mercedes è ancora in piedi parallelamente alle risate al lavoro a Brixworth, svoltando progressivamente sulla strada che porta a Milton Keynes. Red Bull, infatti, ha 50 automobilisti in Mercedes per la divisione Powertrains Limited dall’interno di una Porsche per realizzare e propulsori 2026 forti di un organico che porta in dote competenze maturate dalla Honda in Giappone e dalla Mercedes nel Regno Unito. Alla luce di difficoltà nella strada che ha portato Brixworth, Lawrence Stroll ora si trova ‘costretto’ a sgomitare ea mettersi in coda per fregiarsi della partnership con Audi.

PRENOTAZIONE RIPRODUZIONE

Add Comment