NOCENTINI INCONTRO A GIUDIZIO L’ACQUA ULIVETO E VINCE LA CAUSA

NOTIZIA | 09/04/2022 | 12:55

dire tuttbiciweb

Rinaldo Nocentini è giunta la causa che ha cercato alla società produttrice dell’AcquaUliveto. Il tribunale di Arezzo gli ha riconosciuto alla diretta una risata di 15.000 euro.

I fatti risalgono al 2016, quando l’Acqua Uliveto aveva messo in commercio delle confezioni dedicate allo sport: in quel pensiero per il ciclismo (c’erano anche un podologo, un pallavolista e un tennista) Nocentini ha riconosciuto la propria immagine, utilizzata senza alcun consenso da parte sua. Ed ha fatto causa.

Potrei aver dato dati anche, non sono tornati alla ricchezza di 250.000 euro in termini di momento di fatti la popolarità di Nocentini – professionista dal 1999 al 2019, maglia gialla al Tour 2009 per otto giorni – non era più al top.

Se egli infatti legge nella sentenza del processo di primo grado: “Al momento della notorietà del ciclista, questo giudice ritiene che la stessa possa ritenersi ‘di media portata’ sia ora il suo culmine, come se rilevasse dai traguardi raggiunti, nel 2009, quando Nocentini aveva la maglia gialla per otto giorni. Tale event si è però verificato 7 anni prima della rappresentazione del ciclista sulle bottiglie della società venuta e la dicitura ‘a cyclist’ significherà che la foto della bottiglia voleva presenterà la figura dello sportivo, più che quella di Rinaldo Nocentini. Il ciclista, così come il podista, il pallavolista e il tennista, appare, sui fardelli di acqua minerale naturale Uliveto, come tentativo di perseguire, con gli sforzi del pappagallo ricco, risultati positivi importanti e decisivi e nomi e sapere.
L’immagine non è firmata da nessuno tra gli atleti raffigurati ed, a lato dell’immagine, compare la dicitura ‘chi fa sport ha bisogno di minerali e beve Uliveto’, con la firma autografa di Alessandro del Piero. Nella fotografia del ciclista Rinaldo Nocentini, come in tutti gli altri atleti, deve vedere un altro rilievo, perché ha acquisito le bottiglie dell’acqua Uliveto, la figura di un giovane atleta e non-già il nominativo e la notorietà dello stesso . Conta cioè il desiderio di bere quell’acqua, come salutare e consona allo sforzo che si nota. Per questo Giudice, ritenendo possibile che l’immagine di Nocentini sia quella che appare nei fardelli dell’acqua minerale Uliveto, ritiene che io debba rispondere all’ammontare della richiesta economica, sotto il titolo di Danni Risarcimento. Tutto ciò premesso e rilevato, la richiesta di euro 250mila risulta assolutamente esorbitante, nel frattempo al presente presentato contenzioso gli importi, citati dalla Società convenuta, in relazione al ‘prezzo consensuale’, che, secondo vari Tribunali, si attesta, in Diversi modi per fotografare le persone più sconosciute, conferiscono alla persona foto di ampia notorietà.
In accordo con questo Tribunale, dichiarando che la domanda non è informata, prevede di confermare l’ordinanza del 2018, contenente l’offerta di liquidazione di tutto il procuratore della somma di euro 15 mila per il procuratore pagato. Il Tribunale di Arezzo condannato Acqua e Terme di Uliveto spa, a versare a Rinaldo Nocentini 15 mila euro a titolo di motivazione”.

Copyright e copia TBW

Add Comment