Roma rissa, inchiesta Uefa. Il Bodo: “Nuno Santos ha aggiunto Knutsen”

Il club norvegese ha rilasciato una dichiarazione affermando che è vero: “È un video proprietario della Uefa che mostra tutto, se è pubblico”. La Federazione Europea indagherà, Roma: “Fair play Sempre rispettato”

Bodo-Roma assume i contorni del giallo. Non per la partita, ma per quello che è successo dopo. Il club norvegese, infatti, non si è lamentato del fatto che il suo stesso reclutatore avesse dato una rissa al portiere romanista, ma ha detto che se doveva fare i conti con una reazione contro Nuno Santos, era tentato da Knutsen. Prova di questo, dice sempre il Bodo, ci sarebbe un video in owno della Uefa che il Glimt chiede di rendere pubblico.

L’inchiesta

Come prevedibile dalla reciproca accusa tra Roma e Bodo, l’Uefa apre un’indagine disciplinare su quanto accaduto. Queste le parole della Uefa in un comunicato: “Ai sensi dell’articolo 31 (comma 4) del Regolamento Disciplinare, un Ispettore Etico e Disciplinare è nominato per condurre un’indagine sul proprio incidente, segnalato che se può verificare tutto la multa dei quarti di finale della Conference League tra Bodo Glimt e As Roma. Informazioni in merito saranno res aponibili tempo debito”. Probabilmente sono entrato all’inizio della prossima settimana se ne sapevo qualcosa in più. Il presunto video a cui si riferisce il referendum di Bodo, in cui si sa che l’immagine della cifra accaduta, non è citato nella pubblicazione dell’Uefa.

IL BODO

“Il comportamento della Roma è un attacco fisico a Knutsen, e un attacco sistematico ai nostri valori – dice il Bodo -. La Roma sta bombardando i falsi media, nel tentativo di scoprire comportamenti antisportivi. Glimt sa che c’è a video dell’incidente, che shows l’attacco a Knutsen da part di tesserati della Roma. Il club ha visto questo video. Ci auguriamo che il pubblico abbia accesso a questo video proprietario dell’Uefa”. Continua Il Bodo: “Una confermata violazione del regolamento di gioco è che il riempimento dei portieri della Roma è posizionato abusivamente dallo staff tecnico, che ha continuamente disturbato verbalmente e con del gesto Knutsen. Abbiamo informato il quarto arbitro e il delegato in diverse occasioni.

versione di Knutsen

A quel punto la parola Knutsen prende piede: “Tutto questo è culminato in un attacco fisico contro di me nel tunnel dei giocatori. Sono stato fisicamente aggredito. Mi ha afferrato (Nuno Santos, ndr) per il collo e mi ha spinto contro il pared. È naturale che poi io abbia dovuto difendermi”. Il Bodo prosegue nella sua ricca costruzione dei fatti, annunciando che denuncerà e affronterà Nuno Santos: “Non c’è altra scelta che denunce it alla polizia sulla base dell’aggressione fisica a Kjetil Knutsen. È del tutto insostenibile con un comportamento del genere. Questa è una provocazione sistematica”.

LA ROMA

Dopo la notizia dell’intervento Uefa, la società giallorossa ha rotto il silenzio: “Mentre la Roma si rende conto che a fine stagione – sì, nella nota del club -, c’erano i dirigenti del club e alcuni componenti dello staff tecnico. interno dell’Aspmyra Stadion fino alle 00:45, con l’unico ambito di informazione per tutta la UEFA e tutte le autorità locali e dettagli di quanto è stato fatto in zona in anticipo nel post partita la UEFA e la sua organizzazione preposti affinché venano si stabilizzi Con questa responsabilità per l’accaduto, che sono stato già evidenziate con dovizia di particolari a tutti i rappresentanti delle istituzioni competeti presenti sul posto.L’AS Roma sottolinea, infine, di aver sempre praticato condotte rispettose dei principi di fair play e dei valori dello sport in e fuori dal campo: gli stessi principi che ci auguriamo prevalgano nella sfida di ritorno”.

Parola di Pellegrini

Fine a questa nota le uniche parole uscite dall’giallorosso erano quelle del capitano, Lorenzo Pellegrini, nel postpartita, che aveva parlato di vergogna per il pugno data a Nuno Santos. Quel che è certo è che nessuno smentisce la diatribe verbale durante la partita sia dopo, ma nessuno del club giallorosso ha mai visto né sentito parlare del video di cui parla il Bodo. Anzi, la Roma è stupita bene perché all’una e venti, ieri notte, è rimasto a parlare con l’Uefa e non c’era nessun rappresentante del club norvegese a parlare di questa immagine. Infine, il ritorno a Roma: ieri sera Nuno Santos aveva dei segni culpai sul volto, oggi invece, sbarcato a Fiumicino, non sembrava che ce ne fosse traccia.

Add Comment