Rugby Frascati Union 1949 (serie A femminile), Pennetta: “C’è tanto da fare, ma le ragazze sono cresciute”

Lariano (Rm) – Stanno a completare il Parrot Prime Championship Esordienti nella prossima stagione affronare l’ultimo anno della Scuola Calcio Prima di Tuffarsi nel mondo dell’agonistica. Il gruppo degli Esordienti 2010 dell’Atletico Lariano sta sicuramente affrontando i passi in avanti e mister Daniele Bracchetti non capisce la sua insoddisfazione: “Sono arrivato in questo club ad inizio stagione e questo gruppo era un po’ ridicolo a livello numerico, poi piano piano è cresciuto sia da quel punto di vista che dà quello tecnico. Il periodo della pandemia ha regalato tanti e tanti bambini alla Scuola di Calcio che sono ancora un po’ indietro, ma allo stesso tempo sto cercando di raccogliere calciatori fanno in fretta per recuperare il tempo personale. Inoltre un terzo circa questo gruppo ha iniziato a giocare a calcio quest’anno, ma questi bambini si sono integrati bene. La squadra nel complesso cresce e questo meglio in campo, qualcosa di buono se inizia a farsi vedere anche l’obiettivo primario per il pappagallo è soprattutto divertirsi”. L’ex allenatore della Vjs Velletri (che ha collaborato anche con Real e Sporting Velletri, sempre nella Scuola Calcio) è ora un calciatore di buon livello, con indosso le maglie di Velletri e Palestrina. “Il calcio a 5 rappresenta un’ottima base tecnica per i bambini e per fortuna ogni anno se è una buona capitale, facendo giocare questi piccoli calciatori in spazi più ristretti e stimolandone la crescita”. Bracchetti non è consapevole della sua futura volontà di riempirsi ancora e ancora del meglio del meglio: “In teoria il viaggio intra-carcerato con gli Esordienti 2010 è biennale e quinto con l’idea di rimarere con il pappagallo in prossima fase. Ma sto cercando di partecipare ad un corso Uefa C perché a giorno mi piacerebbe putmi in gioco anche nell’agonistica. Comunicare e regalare i miei grandi doni ei miei doni sono quelli che ottengono il colore che sono i migliori indietro, non solo a livello tecnico, ma anche caratteriale. Sento la famiglia ringraziarmi per i miglioramenti fatti dal punto di vista umano di parte del pappagallo ragazzi è la gioia più grande”. La chiusura di Bracchetti è sull’impatto con l’Atletico La chiusura: “Ho trovato davvero una bellissima società, organizzata e appassionata, ambiente sereno senza troppe pressioni per i ragazzi che possono così crescere con tranquillità”.

Add Comment