Torino, il Motovelodromo riapre alle biciclette- Corriere.it

hanno dato Giorgia Mecca

Dopo padel e beach volley nella struttura di Corso Casale tornano le due ruote: sabato e domenica porte aperte ai torinesi

«Sta succedendo quello che expéravamo succedesse. Il Motovelodromo è un luogo contaminato, dove puoi concontrare e organizzare una partita con chiunque”, afferma Fabrizio Rostagno seduto sulle tribune dello stadio di corso Casale 144, finalmente agibili.

Dagli ex calciatori della Juve alle ragazze che non avevano praticato sport, da torinesi illustri a illustri sconosciuti, è come se qui tutti Avessero trovato un posto, il proprio sport.

Dal giorno dell’inaugurazione ho lavorato tutto il tempo in corso, se ho iniziato con il paddle tennis e il beach volley, sono arrivato anche al momento dell’apertura, quando ho iniziato, anche sulla pista ciclabile e dall’altra parte del pump track.

Domani e domenica i cancelli di corso Casale saranno aperti in partenza dalle 9 de mattina a chiunque voglia diviertesi facendo attività fisica o a chi vuole semplicemente tenere. Se sabato mattina inizia con il primo torneo di paddle tennis e beach volley per amatore perchè sono ancora, ci sono poche disponibilità post (per informazioni 011/3828188); A Pomeriggio, il nuovo tracciato della Zecca ospiterà la Gare di Corsa e le staffette per ragazzi e adulti. Nella giornata di domenica, invece, la protagonista sarà la bici che farà il suo turno in uno dei luoghi che hanno consolidato la passione dei Torinesi per il ciclismo.

Alle 11 è previsto il taglio del nastro, mentre alle 12.30 cominceranno ad arrivare i first ridotto da Milano-Torino a scatto fisso, che taglierà il traguardo proprio qui. Nel pomeriggio verrà anche attivata la pista di pump track, dove chiunque vuole provare potrà affiancato da un istruttore.

In questi giorni si stanno finalizing i lavori di verniciatura della pista, rimasto troppo tempo in disuso dopo gli anni d’oro degli spalti pieni di persone in piedi per veder sfrecciare i campionissimi (Francesco Moser nel 1983 fu uno degli ultimi a vedere pedalare suo questo cemento, ora novellino). Oltre alla track rifatta nuova di zecca anche grazie al fondi del bando «Muoviamoci» promosso dalla Compagnia di San Paolo, e continuano i lavori per ristrutturare gli spogliatoi, club house e ristorante, che dovrebbero essere presto nei prossimi mesi.

«Sono ancora molte cose da fare, ma è bello vedere il work in progress, come si esta evolutionndo» dice Fabrizio Rostagno che nel suo scritto conserva la lettera dei 600 bambini che quest’inverno non ha provato il padel e non vedono l ‘ ora ripeto l’esperienza. «Dal 19 aprile l’attività anche i corsi di avvicinamento alla bici, si chiam Briko for Kids e hanno l’obiettivo di insegnare a bambini e ragazzi a pedalare in sicurezza mountain bike, bici da pista e sul circuito di pump track».

All’ingresso durante i lavori di ristrutturazione c’è anche una statua dedicata a Biagio Nazzaro, considerato il primo motociclista italiano, che possiede Corso Casale se vive. Inoltre, l’edificio offre sport nuovissimi e inimmaginabili ai tempi di Nazzaro, ma la bike doveva esserci per forza, perché è il cuore di questo luogo.

E il 20 maggio sarà bellissimo vedere la propria luce, davanti al monumento dedicato a Fausto Coppi la carovana del Giro D’Italia. L’obiettivo, nei prossimi anni sarà quello di farli Entrerò dentro con il pappagallo maglie rosa.

il suo instagram

Siamo anche il suo Instagram, segui: https://www.instagram.com/corriere.torino/?hl=it

Newsletter del Corriere Torino

Sarai aggiornato gratuitamente sulle novità da Torino e dal Piemonte alla newsletter del Corriere Torino. Arrive tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 7 del mattino. basta cliccare qui

© RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE

7 aprile 2022 (modificato l’8 aprile 2022 | 11:15)

Add Comment