Max Verstappen alza la voce: “Questo non va bene”

MAx Verstappen non può essere soddisfatto dopo il ritiro secondo stagionale e alza la voce: “Questo non va bene”

Carlo Leclerc Vola, Max Verstappen Frana, ancora una volta. Il Toro Rosso esce dal GP di Australia con la consapevolezza di dover lavorare molto sull’affidabilità.

Max Verstappen (LaPresse)

Tre ritiri in tre gare non sono certo un biglietto da emozionante por la scuderia del pilota champion del mondo, così come non entusiasta i 46 punti di distacco dal iridato.

Una situazione che non era prevenibile al via del Mondiale quando la Red Bull era da tutti indicata come la vettura da battitore. E la prestazione della squadra austriaca in generale conferma le potenzialità dellavetura, il problema è rappresentato però dall’affidabilità e non è di poco conto. Anche in Australia Max Verstappen Ha terminato anzitempo la sua gara quando era in seconda posizione alle spalle di Leclerc. Proprio l’olandese alla fine della gara ha mostrato tutta la sua delusione e ha alzato la voce perché se cambiasse rotta il prima possibile.

Verstappen è contento: “Sarà difficile risalire sulla Ferrari”

Verstappen (LaPresse)

Con una vettura che riesce, sia in gara che in qualifica, ad avere il passo della ferrari, l’affidabilità deventa un elemento importante e l’olandese lo sottolinea. Il bis iridato passa dal portare a termine più gare possibili, altrimenti competere con la scuderia di Maranello sarà complicato.

Il bilancio alla maniera di chiara il campione del mondo dopo il GP d’Australia: “Non così è accaduto al momento del ritiro: c’è stato un problema che ora dobbiamo analizzare. Il fine seventimana in generale è stato negativo. Non potevo lottare oggi, il degrado alle gomme era molto forte“.

Questo però non gli ha impedito di essere secondo per lunghi tratti del GP, fine al momento del ritiro. Ed è questo che sottolinea Verstappen: “Ero comunque secondo che è sempre meglio di portare a casa zero punti. Ci sono troppiritiri e questo non va bien. L’affidabilità già adesso sta firmando il campionato“. Di tempo per investire le cose però ci sono con altri 20 GP da affrontare ed è per questo che il campione del mondo parla in maniera chiara: vuole una svolta dalla Red Bull per poter difendere il titolo conquistato lo scorso dicembre.

Add Comment