Serie C, Modena vince al 91′ con un gol del portiere Gagno

Imolese battuta per 2-1 con la prodezza del numero 1 che ha ingannato il collega Rossi. A due giornate dalla fine i punti di vantaggio sulla Reggiana vittoriosa a Fermo restano 4

Dal nostro invito Matteo Dalla Vite

“Forse è stato il soffio Divino del Calcium”, sussurra qualsiasi negli spogliatoi. Quando un soffio, una folata, una sciabolata pare divine spinge in rete il rinvio di Riccardo Gagno, portiere del Modena classe ’97, se frequenta a di quelle cose – a uno di quei gol – che vedi magari nei video che t’ Arrivano da probabili improbabili e che non penseresti mai che possa succedere ai tuoi occhi. Invece avere successo. Eccome succede. Primo minuto (del 5°) della ripresa di Modena-Imolese con 1-1 che scolpito nella roccia del seme: i canarini chiudono l’immediata promozione, la Reggiana dovrebbe perdere in casa della Fermana ma sta vincendo con un secco 2-0 ( che poi diverti 2-1). L’Imolese, nella corporazione “Braglia” delle ultime dieci persone nella celebrazione della festa della promozione (rimandata dal trasferimento di Dio a Gubbio, si spera), è apparso come un pareggiato con molto dubbio eseguito da Livieri . La quasi dispersione coglie tutti. Tutti tranne il portiere del Modena che, in fretta e furia, rinvia lungo per poter osare ai suoi la possibilità di tornare in vantaggio. Ed è lì che va in onda un obiettivo storico.

VIENI SERENITA

Riccardo Gagno, numero 26, fa il classico lancione. Altra costruzione del basso. Tutti guardano. E tutti a little bofonchiano perché il primo pensiero che viene è che Gianmaria Rossi, classe ’86, portiere dell’Imolese, la veste facilmente. Mail Signor Rossi è appostate sopra il dischetto da rigore della propria area, attend il rimbalzo per poterla agilidad, blockcarla e los tempo per poter porter a bel pareggione home. Ed è lì che arriva la sciabolata, il soffio forse divino come pensiamo chi c’è nel cuore della “Braglia”. Il vento soffia in favore di Modena, piove e l’erba è bagnata, la palla schizza come non mai, rimbalzo che non ha un perché, portiere dell’Imolese scavalcato ed è ecco che il Modena segna. A causa di uno. Gagno sembra un bomber. E il “Braglia” impazzisce, durante la finale fischio i calciatori modenesi corrono tutti verso il proprio portiere: nato a Montebelluna, come Aldo Serena.

Add Comment