Ai Ogura, una solida realtà attorno al GP perfetto

Segnale interessante li aveva già fatti vedere l’anno scorso, al debutto in Moto2. Ai Ogura ora sta passando allo stadio successivo, seguendo il percorso di crescita visto in Moto3. io parallelismo ci sono: un primo anno intero nella categoria, con un podio a cui fare riferimento, per poi farsi vedere in maniera ben più costante nella zona alte dall’anna successiva. Nel 2020 nella entry class è stato scattato con tre podi ed un ritiro nei primi 4 GP, ma certo non sono da buttare due sesti postiun P3 l’A secondo posto ottenuto ieri. Il pilota dell’Honda Team Asia è ora 2° in classifica Iridata e la squadra sogna di new, come due anni fa.

a Rimont

Fornire gratuitamente e qualificarmi se confermo a gambo di Achille di Ai Ogura. La sua gara è iniziata dall’11a posizione in griglia di partenza, non proprio ideale per un pilota che vuole essere protagonista. Mail pilota giapponese riesce a scattare bene e ad evita alcuni pasticciuno in particolare scatenato dal compagno di box Chantra… Servire poi risalire su un tracciato che ha messo in duro praticamente tutti. Chiedere ad esempio a Vietti e Canet, in testa alla corsa ed incappati in due incidenti distinti. Ma Ogura ha il pass del nuovo leader Arbolino e di Dixon, riuscendo poi ricucire sul britannico ed a prendersi la seconda posizione finale. Un nuovo podio dopo il 3° posto in Argentina, è dire nuova festa nell’Honda Team Asia. “E’ stata una settimana difficile, sono disposto a gestirla ed è fatta. Lo apprezzo molto, è stato un ottimo lavoro” ha detto Hiroshi Aoyama una gara appena conclusa.

Foto: motogp.com

“Il mio braccio sempre qualcosa”

“Sono riuscito a partere bien, nelle prime due curve ho evitare alcuni disastri e mi sono già ritrovato 5° o 6°.” Si è iniziato con una quarta tappa GP che se si rivela non proprio facile da porre a finita. Un discorso valido per tutti. Ho commesso qualche errore e ci sono state alcune cadute davanti. Non sono contento della mia gara, ho fatto un gesto nel weekend e sono arrivato dopo 20 punti”. Risparmio quindi il bicchiere mezzo pieno. Dovevamo solo riuscire a rimanere in sellaanche questo è stato piuttosto difficile.” Pur bacchettandosi ancora una volta. “Ho fatto così tante sessioni in un fine settimana e ho sempre qualcosa, Non rischio mai di fare un GP perfetto.” Attenzione alle gare sicuramente, il giovane pilota Tokyo ci sarà.

Foto: Honda Asia Team

Add Comment